Risultati Primarie Pd 2019 per regione e chi ha vinto. I dati

Pubblicato il 4 Marzo 2019 alle 11:35 Autore: Guglielmo Sano

Risultati Primarie Pd: Nicola Zingaretti è il nuovo Segretario anche se bisogna aspettare il 17 marzo e l’Assemblea per la nomina ufficiale

Risultati Primarie Pd 2019 per regione e chi ha vinto. I dati
Risultati Primarie Pd 2019 per regione e chi ha vinto. I dati

Nicola Zingaretti è il nuovo Segretario del Pd. Il risultato delle primarie di domenica 3 marzo è stato netto e la vittoria schiacciante. Servirà aspettare il 17 marzo e l’Assemblea del partito per la nomina ufficiale. Mentre lo spoglio è ancora in corso, il dato sull’affluenza ai gazebo fa esultare i vertici Dem: superata agevolmente quota un milione di votanti.

Risultati Primarie Pd 2019: quasi due milioni di votanti

Ai gazebo, infatti, si è recato 1,7 milioni di elettori e simpatizzanti del Pd. Lo spoglio è arrivato circa a metà. In testa, con il 68,1% delle preferenze, si pone Nicola Zingaretti. Dietro di lui Maurizio Martina con il 19,3% e, infine, Roberto Giachetti con il 12,4%. Zingaretti si è affermato, in particolare, al Centro-Nord anche se da un punto all’altro dello Stivale ha superato ovunque la soglia del 50%. Nello specifico, le regioni settentrionali l’hanno votato in massa (oltre il 68%), nelle regioni rosse poi ha preso mediamente il 66,53%. Al Sud, invece, l’ha votato il 59,5% di chi si è espresso alle primarie.

Gianni Dal Moro, responsabile della commissione Congresso del Pd, ha specificato che l’affluenza è stata omogenea in tutto il paese. Picchi di partecipazione si sono registrati in Lazio e Campania, aumento dei votanti rispetto all’ultima tornata a Roma e Torino. 190 mila persone si sono recate a votare nella Capitale e in tutta la regione del Governatore (177mila l’ultima volta). Circa 81mila elettori hanno votato in Piemonte, sotto la Mole la percentuale di votanti è aumentata del 102%.

Risultati Primarie Pd 2019: una vittoria “nazionale”

Da rilevare i 160mila votanti in Toscana. La regione rossa si è espressa a favore di Zingaretti nella misura di oltre il 60%: travolti i renziani. Sono in calo gli elettori in Emilia Romagna anche se è stato scongiurato il tanto temuto crollo (141mila circa al voto, nel 2017 erano stati poco meno di 216mila). Più o meno sulla stessa linea il dato relativo a Umbria e Marche.

Anche nella città metropolitana di Milano c’è stato un aumento dell’affluenza ai gazebo. Buona la partecipazione anche a Palermo dove Zingaretti ha toccato il 70%. Aumento della partecipazione rispetto a due anni fa anche a Genova. In Puglia gli elettori sono stati più di 80mila come in Campania.

Segui Termometro Politico su Google News

Hai suggerimenti o correzioni da proporre?
Scrivici a
redazione@termometropolitico.it

L'autore: Guglielmo Sano

Nato nel 1989 a Palermo, si laurea in Filosofia della conoscenza e della comunicazione per poi proseguire i suoi studi in Scienze filosofiche a Bologna. Giornalista pubblicista dal 2018 (Odg Sicilia), si occupa principalmente di politica e attualità. Cura la sezione esteri per Termometro Politico
Tutti gli articoli di Guglielmo Sano →