Simulazione prima prova maturità 2019: materie e come prepararsi

Pubblicato il 26 Marzo 2019 alle 08:03 Autore: Guglielmo Sano

Simulazione prima prova: gli studenti saranno accompagnati passo passo nel percorso di avvicinamento al nuovo esame di Stato dal Miur

Simulazione prima prova maturità 2019: materie e come prepararsi
Simulazione prima prova maturità 2019: materie e come prepararsi

Consigli simulazione maturità 2019


Come tutti gli studenti ormai sanno, la prima e la seconda prova della Maturità si apprestano a cambiare in modo evidente; il Miur ha assicurato in più di un’occasione che gli studenti saranno accompagnati passo passo nel percorso di avvicinamento al nuovo esame di Stato. Le prossime simulazione rientrano in questo programma di acclimatamento progressivo non solo per gli studenti ma anche per il corpo docente.

Simulazione prima prova: le novità dell’esame di Stato

Innanzitutto, passando in rassegna le novità, per la prima prova non si potrà scegliere più tra quattro tipologie ma solo tra tre: analisi del testo (saranno proposte 2 tracce), testo argomentativo (3 tracce) e riflessione su tematiche di attualità (2 tracce).

Diversamente da quanto previsto fino all’anno scorso, adesso la valutazione della prima prova sarà attuata attraverso delle apposite griglie; l’obiettivo è rendere più trasparente ed omogenea, appunto, la valutazione dei compiti. Ancora più profondi i cambiamenti che hanno riguardato la seconda prova: verterà su argomenti relativi alle due materie specifiche di ciascun liceo e non più su una sola di esse. Per quest’ultima la prossima simulazione sarà il 2 aprile.

Simulazione prima prova: appuntamento al 26 marzo

Dal ministero si è disposta l’organizzazione di due simulazioni per la prima prova; il prossimo appuntamento, una si è già svolta, è fissato per il 26 marzo. Naturalmente gli studenti si stanno domandando come sia meglio prepararsi alla prova vera e propria più che alla simulazione. D’altra parte, il consiglio principale che si può dare in questo senso è riassumibile in una parola: esercizio.

A febbraio il Miur ha diffuso degli esempi di tracce di prima prova in occasione della prima simulazione; per arrivare pronti all’esame può essere molto utile allenarsi a leggerle attentamente, quindi, provare a svolgerle tutte le tipologie. Meglio ancora sarebbe chiedere ai propri insegnanti di svolgere delle simulazioni della prima prova oltre a quelle già previste. Al di là della “scommessa” sui possibili argomenti, ciò significa soprattutto cominciare a prendere confidenza con il tempo che si avrà a disposizione all’esame vero e proprio.

Segui Termometro Politico su Google News

Hai suggerimenti o correzioni da proporre?
Scrivici a
redazione@termometropolitico.it

L'autore: Guglielmo Sano

Nato nel 1989 a Palermo, si laurea in Filosofia della conoscenza e della comunicazione per poi proseguire i suoi studi in Scienze filosofiche a Bologna. Giornalista pubblicista dal 2018 (Odg Sicilia), si occupa principalmente di politica e attualità. Cura la sezione esteri per Termometro Politico
Tutti gli articoli di Guglielmo Sano →