articolo scritto da facebook icona autore twitter icona autore

Esenzione bollo auto 2019 con sindrome di down, come farla riconoscere

Esenzione bollo auto 2019 sindrome di down
Esenzione bollo auto 2019 con sindrome di down, come farla riconoscere

Down e bollo auto, l’esenzione


L’esenzione del bollo auto è un’agevolazione che spetta a determinate categorie di disabili. Un beneficio che amplia il campo delle agevolazioni nel settore auto, come ad esempio l’esenzione dal pagamento dell’imposta di registro o i vantaggi fiscali nell’acquisto di un veicolo. L’esenzione del bollo auto spetta anche alle persone affette dalla sindrome di Down. Su tale aspetto la legge è intervenuta più volte nello stabilire quali sono i documenti che servono per ottenere il riconoscimento. Ecco le informazioni utili a riguardo.

Esenzione bollo auto 2019: sindrome di Down, le norme

Per l’applicazione dell’esenzione del bollo auto per le categorie di persone affette da sindrome di Down, bisogna guardare alle leggi di riferimento. Come stabilito dalla Legge n. 388/2000, il requisito per ottenere l’esenzione dal pagamento del bollo corrisponde alla titolarità dell’indennità di accompagnamento e alla corresponsione con il profilo descritto dalla Legge 104/92, art. 3, comma 3 (handicap in situazione di gravità).

La Legge n. 289/2002 ha poi ufficializzato ulteriori specifiche per le persone affette da sindrome di Down. All’articolo 94 comma 3 si legge quanto segue. “In considerazione del carattere specifico della disabilità intellettiva solo in parte stabile, definita ed evidente, e in particolare al fine di contribuire a prevenire la grave riduzione di autonomia di tali soggetti nella gestione delle necessità della vita quotidiana e i danni conseguenti, le persone con sindrome di Down, su richiesta corredata da presentazione del cariotipo, sono dichiarate, dalle competenti commissioni insediate presso le aziende sanitarie locali o dal proprio medico di base, in situazione di gravità” ai sensi della Legge 104, art. 3, comma 3. Inoltre sono “esentate da ulteriori successive visite e controlli”.

Esenzione bollo auto: sindrome di Down, documenti da presentare

Alla luce di quanto sopra esposto, per vedersi riconosciuta l’esenzione dal pagamento del bollo, la persona affetta da sindrome di Down dovrà presentare il verbale Legge 104 che attesti la gravità dell’handicap. Nonché la dicitura che certifica il possesso dei requisiti tra quelli dell’art. 4 DL 9 febbraio 2012, n. 5, che danno diritto alle agevolazioni fiscali riservate alle persone disabili.

Esenzione bollo auto: sindrome di Down, informazioni utili

Ricordiamo infine che l’esenzione del bollo spetta solo ai veicoli con cilindrata non superiore a 2000 cc (se alimentati a benzina) o 2800 cc (con diesel), nonché a un solo veicolo per volta. L’esenzione può essere richiesta e spetta anche al familiare della persona sindrome di Down che ha fiscalmente a carico.

SEGUI TERMOMETRO POLITICO SU FACEBOOK E TWITTER

PER RIMANERE AGGIORNATO ISCRIVITI AL FORUM

ultima modifica: mercoledì, 17 Aprile 2019