Pubblicato il 26/03/2019

Sondaggi elettorali SWG, il M5S supera di nuovo il PD, giù la Lega

autore: Gianni Balduzzi
sondaggi elettorali

Sondaggi elettorali SWG, il M5S supera di nuovo il PD, giù la Lega

Forse sarà un testa a testa che ci accompagnerà a lungo quello cominciato la settimana scorsa tra Movimento 5 Stelle e PD. Dopo lo storico sorpasso del secondo ai danni del primo questa settimana il partito di Di Maio torna al secondo posto, mettendo a segno un aumento che tra l’altro capita in coincidenza con un calo della Lega.

Un arretramento, questo, che arriva appena dopo l’ennesima vittoria del centrodestra alle regionali, in questo caso della Basilicata.

Nel complesso la maggioranza si indebolisce un po’, probabilmente anche per l’aumento dell’astensione, ma non vi sono significativi movimenti tra i partiti di opposizione.

Il PD pare essersi stabilmente assestato sopra il 20%, come vedono anche gli altri istituti, mentre è in buona salute Fratelli d’Italia, che dovrebbe superare lo sbarramento delle elezioni europee.

Ma guardiamo i numeri dell’ultimo dei sondaggi elettorali SWG, raccolti intervistando 1500 persone con metodo CATI-CAMI-CAWI

Sondaggi elettorali SWG, la Lega cala di mezzo punto

La variazione maggiore è quella che subisce la Lega, perdendo mezzo punto, ed andando al 33,4%. Non è naturalmente in dubbio il primato tra i partiti, ma si tratta di un calo che provoca una diminuzione di tutta la maggioranza.

Che passa dal 54,9% al 54,7%, anche perchè l’aumento del Movimento 5 Stelle è solo di tre decimi. Il movimento è ora al 21,3%.

La piccola crescita però basta a superare di nuovo il PD, che perde uno 0,1% e va al 21%.

Più indietro si registra un decimo di guadagno per Forza Italia, ora al 8,7%, mentre Fratelli d’Italia aumenta del 0,3%, salendo al 4,7%

ultimi sondaggi, sondaggi politici elettorali, media sondaggi
sondaggi elettorali

Tra gli altri partiti va sotto il 3% +Europa, al 2,9%, mentre risultano in leggero calo anche MDP, Sinistra Italiana e altri partiti ex LeU, al 2,3%.

Bene Potere al Popolo che guadagna due decimi e va al 2,2%.

Verdi e Italia in Comune sono all’1%, mentre risultano fermi al 2,5% le forze sotto l’1%.

Crescono gli astenuti, di ben l’1,1%

sondaggi elettorali

Autore: Gianni Balduzzi

Editorialista di Termometro Politico, esperto e appassionato di economia, cattolico- liberale, da sempre appassionato di politica ma senza mai prenderla troppo seriamente. "Mai troppo zelo", diceva il grande Talleyrand. Su Twitter è @Iannis2003
Tutti gli articoli di Gianni Balduzzi →