(dal blog) L’oclocrazia, questa sconosciuta che viviamo tutti i giorni

Pubblicato il 7 Maggio 2019 alle 18:25 Autore: Nicolò Zuliani
(dal blog) L’oclocrazia, questa sconosciuta che viviamo tutti i giorni

Siccome la Storia è ciclica, ho pensato che i nostri guai dovevano già essere accaduti in passato. Così ho curiosato nella vita di chi la democrazia l’ha inventata (i greci) e Polibio, nel II secolo a.C., racconta alcune cose interessanti. Provo a riassumere.

1. “Comando io e voi ubbidite”

Il sistema di governo più vecchio del mondo è la MONARCHIA. Il Re, (scimmia alfa), i suoi amici (scimmie beta), e il branco (scimmie gamma, delta, e giù fino all’omega). Quando la scimmia alfa invecchia si rincoglionisce, diventa avida e paranoica. Uccide i beta che osano contraddirlo e se ne impippa del branco.

Il sistema di governo è appena diventato TIRANNIA, che termina quando l’alfa muore o viene accoppato.

2. “Comandiamo noi e voi ubbidite”

Le scimmie beta non sanno decidere chi sarà il nuovo alfa perché hanno paura l’eletto si rincoglionisca come il primo. Decidono di comandare il branco insieme; si chiama ARISTOCRAZIA. Solo che tutti i beta vogliono primeggiare, non sono d’accordo su niente e passano le giornate ad ammazzarsi tra loro.

I figli dei beta decidono che litigare è faticoso ed è molto meglio stare a letto a fancazzo e farsi portare le banane già sbucciate dal branco. Il branco protesta, ma viene zittito a bastonate.

Siamo in OLIGARCHIA.

3. “Comandiamo tutti”

Quando le banane finiscono, i beta si incazzano col branco e li obbligano a fare più sacrifici. Il branco accetta per qualche anno, sprofondando in abissi di fame e miseria finché si domanda se è meglio morire di fame o bastonati. Assaltano i beta, li sterminano e dichiarano che d’ora in avanti comanderanno tutti, nominando dei rappresentanti. Siamo in DEMOCRAZIA, il governo più fragile e transitorio.

È una specie di fiore che sboccia un giorno solo, ed è altrettanto bello.

4. “Per l’onore e la gloria del branco”

I sopravvissuti al massacro, nonché fondatori della democrazia, si sono aiutati e sostenuti l’un l’altro. Hanno combattuto e sono morti insieme. Conoscono violenza, miseria e solidarietà, sanno quant’è prezioso quel che hanno e dedicano la propria vita a preservarlo con le tradizioni. Per questo sono invincibili. Durante la democrazia le scimmie sono in grado di fare qualsiasi cosa, tipo conquistare l’intero Mediterraneo in soli 53 anni come l’Impero Romano.

Le cose cambiano quando i figli, nati nella bambagia, non capiscono perché cazzo dovrebbero essere uguali e decidono di emergere.

Inizia così l’OCLOCRAZIA.

5. “Dovrebbe comandare qualcuno”

Per mettersi in mostra, i figli dei più ricchi regalano i soldi al branco. A furia di ricevere regali il branco si convince quelle meravigliose regalie gli siano dovute. Cominciano a pensare “perché il mio vicino di casa ha ricevuto più regali di me?” o anche “quella scimmia ha promesso di farmi più regali, voto lei”. Il branco diventa così una dittatura di massa dove nessuno è in grado di fare un cazzo perché ognuno pensa ai fatti suoi. Gli unici a emergere solo quelli che promettono più regali.

La qualità della vita precipita, la criminalità cresce, le città diventano immondezzai, finché una scimmia propone misure eccezionali, necessarie per “tornare ai bei tempi andati”.

«Quali misure proponi?» domanda il branco.
«Le chiamerò “punto 1”.»

Segui Termometro Politico su Google News

Hai suggerimenti o correzioni da proporre?
Scrivici a
redazione@termometropolitico.it

L'autore: Nicolò Zuliani

Veneziano, vivo a Milano. Ho scritto su Men's Health, GQ.it, Cosmopolitan, The Vision. Mi piacciono le giacche di tweed.
Tutti gli articoli di Nicolò Zuliani →