articolo scritto da facebook icona autore twitter icona autore

Sondaggi elettorali Bidimedia: inversione di tendenza nella maggioranza

Sondaggi elettorali Bidimedia: inversione di tendenza nella maggioranza
Sondaggi elettorali Bidimedia: inversione di tendenza nella maggioranza

In vista del periodo di blackout elettorale, in vista delle elezioni Europee, anche Bidimedia pubblica la sua ultima rilevazione delle intenzioni di voto. Confermata l’inversione di tendenza tra le forze di maggioranza registrata dall’istituto già il mese scorso.

Sondaggi elettorali Bidimedia: cala la Lega su il Movimento 5 Stelle

Secondo Bidimedia, sulla scorta di molti altri istituti, la Lega è in calo mentre torna a crescere il Movimento 5 stelle; d’altra parte, rispetto a un mese fa, la perdita di consenso per il partito di Salvini è pari a soltanto lo 0,1%: il Carroccio ora è al 32,2%. Insomma, scrivono gli esperti di Bidimedia, “il calo leghista è minimo, ma è il secondo consecutivo per una formazione che, fino a marzo, era in continua ascesa. Il partito di Matteo Salvini sembra pagare le continue polemiche interne alla maggioranza ed il suo leader pare aver perso parte del suo notevole smalto mediatico”.

ultimi sondaggi, sondaggi politici elettorali, media sondaggi

Decisamente più consistente, invece, la variazione di percentuale per i pentastellati che in un mese guadagnano quasi un punto (+0,9%) attestandosi in questo momento al 22,4%. D’altro canto, “i 5 stelle hanno al contrario iniziato a farsi valere – almeno a parole – all’interno del governo, dopo un lungo periodo in cui avevano ceduto alla linea leghista, ed i loro elettori sembrano essersene accorti”. Detto ciò, se questi dati venissero confermati dal risultato delle urne, la Lega eleggerebbe 27 eurodeputati mentre ne eleggerebbe 19 il Movimento 5 Stelle.

Sondaggi elettorali Bidimedia: lieve flessione del Pd

In pratica, solo un europarlamentare in più del Partito Democratico che, seppur in calo dello 0,3% rispetto a un mese fa, continua a mantenersi sopra il 21%. Tuttavia, rilevano da Bidimedia, “si tratta della prima battuta d’arresto dalle primarie di inizio marzo, ed è difficile valutare se si tratti di un fisiologico reflusso dopo un periodo di crescita o di una preoccupante inversione di tendenza”. Invece, è evidente il crollo di Forza Italia che in un mese perde l’1,1% e scende al 9% mentre rimane stabile Fratelli d’Italia (4,7%): oggi i due partiti eleggerebbero rispettivamente 8 e 4 eurodeputati. Infine, non sfondano né +Europa né La Sinistra: come Europa Verde non sembrano avere possibilità di superare la soglia di sbarramento del 4% secondo l’istituto.

Nota informativa:

Vedi immagine

SEGUI TERMOMETRO POLITICO SU FACEBOOK E TWITTER

PER RIMANERE AGGIORNATO ISCRIVITI AL FORUM

ultima modifica: venerdì, 10 Maggio 2019