articolo scritto da facebook icona autore twitter icona autore

Sondaggi elettorali: Farage spaventa Tory e Labour

Nigel Farage, sondaggi elettorali
Sondaggi elettorali: Farage spaventa Tory e Labour

Le prossime elezioni europee potrebbero trasformarsi in un incubo per i Conservatori e i Laburisti del Regno Unito. Secondo un sondaggio Opinium pubblicato il 12 maggio su l’Observer, il domenicale del Guardian, il Brexit Party, con il 34% dei consensi, è la prima forza politica del Paese in vista dell’appuntamento elettorale del 23 maggio.

Sondaggi elettorali, possibile exploit per Farage

Quel che però fa più clamore è che il partito lanciato solo poche settimane fa dall’ex leader Ukip Nigel Farage raccoglie più voti di Tory e Labour messi insieme. Stando all’indagine demoscopica, i laburisti ottengono il 21% dei consensi mentre i conservatori crollano all’11% dietro ai LibDem dati al 12%, tallonati dietro dai Verdi sondati all’8%.

Gli inglesi puniscono senza appello il governo guidato da Theresa May che in quasi tre anni non è riuscito a condurre in porto la Brexit. Anzi, l’estenuante trattativa condotta dalla premier britannica con Bruxelles ha alimentato dubbi e sospetti e non ha fatto altro che spaccare in due il Paese.

Un primo segnale d’allarme per Tory e Labour era arrivato dal risultato deludente dell’ultimo test elettorale locale tenutosi ai primi di maggio.

May ha provato a trovare una via d’uscita facendo un appello al leader laburista. Dalle pagine del Mail on Sunday, l’inquilina di Downing Street ha chiesto un “accordo” a Corbyn. “Al leader dell’opposizione – scrive May – io dico questo: ascoltiamo ciò che gli elettori hanno voluto esprimere, la loro frustrazione, e mettiamo per il momento da parte le nostre differenze. Troviamo un accordo”. Richiesta che è stata accolta freddamente dal cancelliere dello Scacchiere ombra, John McDonnell, braccio destro di Corbyn.

sondaggi elettorali opinium

I conservatori più duri spingono per le dimissioni di May. Un ritorno alle urne ora sarebbe disastroso. Se si votasse oggi, infatti, i Tory scivolerebbero al secondo posto con il 22%, dietro al Labour (28%) e con il Brexit Party ad un solo punto di distanza (21%).

Sondaggi elettorali: nota metodologica

Qui i dati completi.

SEGUI TERMOMETRO POLITICO SU FACEBOOK E TWITTER

PER RIMANERE AGGIORNATO ISCRIVITI AL FORUM

ultima modifica: lunedì, 13 Maggio 2019