16/05/2019

Pensioni ultima ora: Quota 41, Salvini “hai lavorato 41 anni vai in pensione”

autore: Giuseppe Spadaro
sondaggi elettorali, Pensioni ultima ora: Quota 41, Salvini “hai lavorato 41 anni vai in pensione”
Pensioni ultima ora: Quota 41, Salvini “hai lavorato 41 anni vai in pensione”

Pensioni ultima ora: l’alleanza di Governo composta da MoVimento 5 Stelle e Lega risente nelle ultime settimane delle fibrillazioni elettorali. Infatti con l’avvicinarsi della scadenza elettorale il rapporto tra gli alleati di governo appare sempre più conflittuale.

Pensioni ultima ora, futuro dell’esecutivo in discussione?

Oltre alla distanza programmatica tra MoVimento 5 Stelle e Lega devono aver sicuramente influito negativamente i risultati delle elezioni regionali e comunali tenutesi sinora. Addirittura in discussione, secondo alcuni osservatori, ci sarebbe il futuro stesso dell’esecutivo. Tuttavia molto dipenderà proprio dall’esito delle stesse elezioni europee in programma domenica 26 maggio 2019.

Previdenza tema centrale dell’azione di governo

I principali protagonisti della discussione, a partire dal ministro dell’Interno e segretario della Lega Matteo Salvini, ripetono di voler andare sino in fondo per realizzare il programma del cambiamento concordato prima della nascita del Governo Conte. Le pensioni ed in generale la materia previdenziale sono una parte centrale del programma. E prevedono alcuni step. L’annunciato superamento della riforma Fornero ha trovato parziale applicazione nella cosiddetta Quota 100. Ricordiamo che si tratta di una misura in vigore da alcuni mesi con la quale si può andare in pensione dopo aver raggiunto due requisiti minimi: 38 anni di contributi versati e 62 anni di età.

LO SPECIALE SULLE PENSIONI A QUESTO LINK

Salvini: obiettivo non è Quota 100, è Quota 41

Da sempre e più volte gli esponenti politici delle forze politiche di governo hanno parlato di Quota 41 come del vero obiettivo in materia previdenziale. Ovvero della volontà di superare Quota 100 che ha natura provvisoria (sarà valida per il triennio 2019-2021) con Quota 41 che dovrà dare la possibilità di lasciare il lavoro accedendo all’età pensionabile a chiunque – a prescindere dall’età anagrafica – avrà raggiunto i 41 anni di contributi. Tale intenzione è rilanciata dalle parole del vicepremier Salvini il quale ha ribadito la necessità di approvare Quota 41 durante la sua ultima intervista pubblicata il 15 maggio dal Corriere della Sera.

Quando l’intervistatore ha chiesto al ministro “Che cosa risponde ai leghisti che le chiedono di mandare a quel paese Di Maio e il governo?” Salvini ha affermato: “rispondo che abbiamo troppo da fare. E che non esiste una maggioranza alternativa. Per dire: l’obiettivo non è quota 100, è quota 41: se hai lavorato per 41 anni, vai in pensione. E poi la riforma della giustizia, della scuola, l’autonomia, la riforma fiscale”.

SEGUI IL NUOVO TERMOMETRO QUOTIDIANO A QUESTO LINK.

SEGUI TERMOMETRO POLITICO SU FACEBOOK E TWITTER

PER RIMANERE AGGIORNATO ISCRIVITI AL FORUM

Hai suggerimenti o correzioni da proporre? Scrivici a [email protected]

Autore: Giuseppe Spadaro

Direttore Responsabile di Termometro Politico. Iscritto all'Ordine dei Giornalisti (Tessera n. 149305) Nato a Barletta, mi sono laureato in Comunicazione Politica e Sociale presso l'Università degli Studi di Milano. Da sempre interessato ai temi sociali e politici ho trasformato la mia passione per la scrittura (e la lettura) nel mio mestiere che coltivo insieme all'amore per il mare e alla musica.
Tutti gli articoli di Giuseppe Spadaro →