Pensioni ultima ora: Quota 100 scuola, chiesto incontro sindacati-Miur-Inps

Pubblicato il 20 Maggio 2019 alle 17:28 Autore: Giuseppe Spadaro

Pensioni ultima ora: quali saranno gli effetti di Quota 100 nella scuola. Cosa accadrà dal 1° settembre. I sindacati hanno chiesto incontro a Miur e Inps.

Pensioni 2019 e neutralizzazione ultimi stipendi, quando avvengono
Pensioni ultima ora: Quota 100 scuola, chiesto incontro sindacati-Miur-Inps

Pensioni ultima ora tra i tanti e attesi ambiti di applicazione di Quota 100 c’è quello del mondo della scuola. Come già sta avvenendo in molti altri settori pubblici, la possibilità di accedere alla pensione prima dei termini fissati dalla riforma Fornero indurrà molti lavoratori a chiedere di andare in pensione, con Quota 100, con alcuni anni di anticipo.

Pensioni ultima ora, con Quota 100 effetto nelle pubbliche amministrazioni, negli ospedali ecc.

Uno dei risvolti riguarda pertanto la necessità di coprire i posti che resteranno vuoti. Con la differenza, rispetto al settore privato, di avere bisogno di tempi più lunghi per dare vita al cosiddetto turn over che dovrà inevitabilmente passare da concorsi e procedure ad evidenza pubblica. Lo stesso meccanismo sta già in parte determinando la creazione di tanti spazi vuoti, per esempio, nelle pubbliche amministrazioni o nelle corsie degli ospedali. Dove chiaramente arruolare nuovi medici e nuovi infermieri comporta l’espletamento di procedure piuttosto lunghe.

Quanti saranno i pensionati con Quota 100 in ambito scolastico?

Cosa accadrà nel mondo della scuola? È probabile che anche nelle scuole saranno in tanti a cogliere l’opportunità di Quota 100. Il termine per andare in pensione è il 1° settembre 2019. Pertanto prima del prossimo anno scolastico sarà indispensabile fare il punto della situazione per evitare una paralisi delle attività didattiche prima dell’avvio dell’anno scolastico 2019/2020.

LO SPECIALE SULLE PENSIONI A QUESTO LINK

Sindacati: richiesta incontro a Miur e Inps

A tal fine si sino attivati i sindacati Cgil, Cisl e Uil che hanno chiesto, come riferisce Orizzonte Scuola, un incontro congiunto al Miur e all’INPS per verificare lo stato di avanzamento dell’esame delle domande presentate per i pensionamenti dal 1° settembre 2019.

L’Inps oltre agli uffici scolastici e le segreterie sono al lavoro per pubblicare entro il 20 giugno l’insieme dei numeri che si renderanno disponibili per mobilità e ruoli. E a proposito di date si ricorda che nei prossimi giorni ci saranno una serie di scadenze rispetto alla chiusura delle funzioni SIDI per la comunicazione dei posti disponibili.

Di seguito le della comunicazione al SIDI dei posti disponibili e delle domande di mobilità.

  • docenti: 25 maggio 2019
  • personale Licei Musicali: 4 maggio 2019
  • personale educativo: 22 giugno 2019
  • personale ATA: 6 giugno 2019

La scuola sarà certamente uno degli ambiti in cui l’introduzione di Quota 100 consentirà l’ingresso di nuovo personale (non solo docenti). Si spera che ciò avvenga senza la creazione di disagi o disservizi legati alla mancanza di personale adibite all’insegnamento o preposte al buon funzionamento degli istituti scolastici nel loro complesso.

Segui Termometro Politico su Google News

Hai suggerimenti o correzioni da proporre?
Scrivici a
redazione@termometropolitico.it

L'autore: Giuseppe Spadaro

Direttore Responsabile di Termometro Politico. Iscritto all'Ordine dei Giornalisti (Tessera n. 149305) Nato a Barletta, mi sono laureato in Comunicazione Politica e Sociale presso l'Università degli Studi di Milano. Da sempre interessato ai temi sociali e politici ho trasformato la mia passione per la scrittura (e la lettura) nel mio mestiere che coltivo insieme all'amore per il mare e alla musica.
Tutti gli articoli di Giuseppe Spadaro →