Bollo auto 2019: esenzione pagamento per regione, la nuova sentenza

Pubblicato il 22 Maggio 2019 alle 08:30 Autore: Daniele Sforza

C’è una nuova sentenza della Corte Costituzionale che riguarda il bollo auto e la possibilità di esenzione dal pagamento prevista dalle regioni.

Bollo auto 2019 esenzione pagamento per Regione
Bollo auto 2019: esenzione pagamento per regione, la nuova sentenza

Ci sono notizie importanti sul bollo auto e sulla esenzione dal pagamento prevista singolarmente per Regione. C’è infatti una nuova sentenza della Corte Costituzionale (n. 122/2019), che ha previsto che le Regioni possono modificare le caratteristiche relative al pagamento del bollo auto, permettendo dunque anche esenzioni singolarmente e autonomamente, ma con il divieto però di aumentare la pressione fiscali rispetto a quanto stabilito dal legislatore statale.

Bollo auto: esenzione pagamento spetta a Regioni

Nella sentenza depositata lo scorso 20 maggio, la Corte Costituzionale precisa che la tassa automobilistica “si configura come un tertium genus, rispetto al quale le Regioni possono sviluppare una propria politica fiscale che, senza alterarne i presupposti strutturali (in quanto la tassa automobilistica continua a partecipare della natura dei tributi propri derivati) e senza superare i limiti massimi di manovrabilità definiti dalla legge statale, possa rispondere a specifiche esigenze di differenziazione”.

Pertanto spetta alla Regioni la facoltà di prevedere esenzioni fiscali sull’imposta, anche se non sussistente nella legislazione statale, ma risulta però vietato aumentare la pressione fiscale rispetto ai limiti stabiliti dal legislatore statale stesso.

Bollo auto: esenzione pagamento per Regione, la reazione di Di Maio

Sul tema si è espresso anche il ministro del Lavoro e vicepremier Luigi Di Maio. Come riporta Il Fatto Quotidiano, infatti, il leader pentastellato ha commentato la sentenza definendola “una buona notizia” e asserendo che “il bollo auto è una tassa ingiusta, se compri la macchina, la macchina è tua”.

Esenzione veicoli a Gpl 2019: tabella per Regione e regolamento

Il giornale cita poi un report dell’Unione europea delle cooperativa basato su dati Istat risalenti al quadriennio 2013-2017: in questo periodo le tasse versate dagli italiani legate all’auto hanno registrato un incremento di 200 milioni annui raggiungendo quota 6,7 miliardi. Anche per questa voce di spesa non indifferente, come può essere il bollo auto, la notizia giunta dalla sentenza della Corte Costituzionale va salutata positivamente, perché conferisce maggiore potere e autonomia alle Regioni sul tema.

Segui Termometro Politico su Google News

Hai suggerimenti o correzioni da proporre?
Scrivici a
redazione@termometropolitico.it

L'autore: Daniele Sforza

Romano, classe 1985. Dal 2006 scrivo per riviste, per poi orientarmi sulla redazione di testi pubblicitari per siti aziendali. Quindi lavoro come redattore SEO per alcune testate online, specializzandomi in temi quali lavoro, previdenza e attualità.
Tutti gli articoli di Daniele Sforza →