Duisburg – Linea di sangue: trama, cast e storia vera del film su Rai 1

Pubblicato il 22 Maggio 2019 alle 16:33 Autore: Maria Alfonsina Iemmino Pellegrino

Duisburg, questa sera su Rai 1 andrà in onda il film dedicato alla strage avvenuta in Germania il 15 agosto 2007 durante la quale morirono sei italiani

Duisburg
Duisburg – Linea di sangue: trama, cast e storia vera del film su Rai 1

Questa sera, su Rai 1, andrà in onda il film Duisbrug- Linea di sangue, diretto da Enzo Monteleone, che vede come protagonisti Daniele Liotti e Benjamin Sadler. La trama della pellicola è interamente incentrata sulle indagini portate avanti dal commissario Michele Battaglia, in collaborazione con la polizia tedesca e, in modo particolare il commissario Thomas Block.

La Strage di Duisburg, meglio nota come Strage di Ferragosto, è un massacro consumatosi nella note tra il 14 e il 15 agosto nei pressi di un ristorante italiano situato nel centro della città tedesca.

Il film di Monteleone è ambientato a Duisburg, ma la maggior parte delle scene sono state girate tra Foggia, Bari e Triggiano.

Brenno Placido: altezza, carriera e vita privata. Chi è il figlio di Michele

Duisburg – Linea di sangue: trama e curiosità sul film questa sera su Rai 1

Dietro al pluri-omicidio  si nascondevano cause di natura mafiosa. Le vittime, sei ragazzi tra i 16 e i 25 anni, erano legate alla ‘Ndrangheta calabrese  e vennero sorpresi nella calda notte di ferragosto mentre erano serenamente intenti a festeggiare il diciottesimo compleanno di uno di loro.

I mandanti dell’omicidio erano i capi della famiglia Nirta-Strangio mentre le loro vittime appartenevano ai Pelle-Vottari, clan mafioso rivale. Duisburg divenne così teatro di una violenta strage. Nell’agguato perse la vita anche lo chef del ristorante, anch’egli affiliato ai Pelle-Vottari.

Duisburg – Linea di sangue: storia vera del film su Rai 1, la vicenda

Grazie alla collaborazione tra forze dell’ordine italiane e tedesche, i due commissari, Block e Battaglia, riuscirono a portare a termine le indagini e ad arrestare gli esecutori materiali della strage.

Dalle ricerche emerse, inoltre, che probabilmente i festeggiamenti per il diciottesimo compleanno di Tommaso Venturi, una delle vittime, erano in realtà una semplice copertura per nascondere un rito di iniziazione. Per questo motivo, dunque, i membri del clan si erano riuniti all’interno del ristorante italiano, prima della strage.

Segui Termometro Politico su Google News

Hai suggerimenti o correzioni da proporre?
Scrivici a
redazione@termometropolitico.it

L'autore: Maria Alfonsina Iemmino Pellegrino

Laureanda in Scienze della Comunicazione presso l'Università Degli Studi di Salerno. Lavoro come redattrice per Termometropolitico.it dal 2017. In redazione ho trovato terreno fertile per coltivare il mio immenso amore per la scrittura. Parole chiave: informare, trasmettere, creare.
    Tutti gli articoli di Maria Alfonsina Iemmino Pellegrino →