Risultati elezioni europee Olanda 2019: chi ha vinto e primo partito

Pubblicato il 24 Maggio 2019 alle 10:31 Autore: Guglielmo Sano

Risultati elezioni europee, insieme al Regno Unito, l’Olanda è il primo paese in cui si sono aperte le urne, diffusi i primi exit poll

Risultati elezioni europee Olanda 2019: chi ha vinto e primo partito
Risultati elezioni europee Olanda 2019: chi ha vinto e primo partito

Insieme al Regno Unito, l’Olanda è il primo Paese in cui si sono aperte le urne per le elezioni europee. In attesa di conoscere i risultati definitivi il 26 maggio, vengono diffusi i primi exit poll: a sorpresa pare che avanti ci sia il partito laburista, niente exploit per gli euroscettici.

Risultati elezioni europee Olanda: Timmermans al primo posto

Lo scontro tra europeisti e sovranisti è sempre stato molto acceso in Olanda, per questo da Bruxelles si prestava molta attenzione al voto per le Europee. Alla fine, però, sembra che siano stati i laburisti del PvdA ad aver vinto nettamente la tornata. Un risultato che, senza esitazione, si può definire contro ogni pronostico.

Risultati elezioni europee 2019: chi vincerà per i bookmaker

Bisognerà aspettare domenica per conoscere i risultati definitivi. I primi exit poll targati Ipsos assegnano al partito di Frans Timmermans, vice presidente della Commissione Ue e socialista candidato a prendere il posto di Juncker, ben 5 seggi sui 26 che spettano alla rappresentanza olandese al Parlamento Europeo. Alle ultime europee non era andato oltre i 3 seggi.

Subito dietro si attesta la formazione del premier Mark Rutte; i liberal-conservatori del VVD tutto sommato tengono: avrebbero conquistato 4 seggi secondo le prime proiezioni, uno in più rispetto a 5 anni fa. 6 seggi in tutto anche per i partiti cristiani CDA (4 seggi) e CU (2 seggi). Altri 3 seggi dovrebbero andare ai Verdi. 2 seggi agli europeisti di D66, 1 seggio al Partito Socialista (SP).

Risultati elezioni europee 2019: sovranisti battuti in Olanda

L’euroscettico Forum per la Democrazia (ECR) di Thierry Baudet, che diverse rilevazioni davano in testa o come minimo al secondo posto, invece, non va oltre i 3 seggi. Va ancora peggio l’altro partito sovranista olandese alleato europeo della Lega di Matteo Salvini e del Rassemblement National di Marine Le Pen, il PVV di Geert Wilders avrebbe preso solo un seggio, tre in meno rispetto al 2014.

Segui Termometro Politico su Google News

Hai suggerimenti o correzioni da proporre?
Scrivici a
redazione@termometropolitico.it

L'autore: Guglielmo Sano

Nato nel 1989 a Palermo, si laurea in Filosofia della conoscenza e della comunicazione per poi proseguire i suoi studi in Scienze filosofiche a Bologna. Giornalista pubblicista dal 2018 (Odg Sicilia), si occupa principalmente di politica e attualità. Cura la sezione esteri per Termometro Politico
Tutti gli articoli di Guglielmo Sano →