Vittorio Zucconi è morto: malattia e causa della morte. La biografia

Pubblicato il 26 Maggio 2019 alle 12:15 Autore: Francesco Somma

Addio al grande giornalista Vittorio Zucconi. La malattia ma soprattutto la vita e la biografia di una penna che ci lascia prematuramente.

Vittorio Zucconi è morto: malattia e causa della morte. La biografia
Vittorio Zucconi è morto: malattia e causa della morte. La biografia

Dopo una lunga malattia, si è spento Vittorio Zucconi a Washington dove si era trasferito definitivamente per vivere gli ultimi anni. Zucconi è stato scrittore, cronista e corrispondente del quotidiano La Repubblica. Autore di numerosi saggi, direttore del sito e di Radio Capital, Zucconi ha lavorato anche per Il Corriere della Sera e per La Stampa. Ecco i dettagli sulla sua carriera e le cause delle morte.

Vittorio Zucconi è morto: la biografia e la carriera

Zucconi nasce a Bastiglia in provincia di Modena, il 16 agosto 1944, figlio di un altro grandissimo giornalista, Guglielmo Zucconi. Dopo l’infanzia a Modena, si trasferisce con la famiglia a Milano dove studia al Liceo Parini. Al Liceo inizia a collaborare con il giornalino La Zanzara fino a diventarne direttore. Zucconi incontrerà più tardi il giornalista Walter Tobagi e lo convincerà a collaborare con il giornalino di cui egli è direttore. Il giornalista di Repubblica si laureerà in Lettere con una tesi in storia sui movimenti anarchici italiani. È stato cronista di nera per La Notte, a Milano, poi redattore a La Stampa. Zucconi è stato corrispondente in numerosi paesi, ha raccontato gli Stati Uniti, Paese che ha vissuto più degli altri. Dal 1985 fino al suo decesso è stato a Washington. Zucconi, dal 1969 è stato sposato con Elisa Tibaldi, da cui ha avuto due figli: Chiara e Corrado.

Pep Guardiola: moglie, figli e carriera. Chi è l’allenatore spagnolo

Vittorio Zucconi è morto: le cause del decesso

Zucconi ha raccontato la sua vita nell’autobiografia pubblicata l’anno scorso per Feltrinelli, dal titolo Il lato fresco del cuscino”. Sulle cause della sua morte non ci sono informazioni, si è solamente a conoscenza di una lunga malattia che da molti anni lo aveva colpito. Una grande firma del giornalismo che ci lascia, una penna che, come afferma La Repubblica, viveva il giornalismo, non lo interpretava.

Francesco Somma

Segui Termometro Politico su Google News

Hai suggerimenti o correzioni da proporre?
Scrivici a
redazione@termometropolitico.it

L'autore: Francesco Somma

Classe 1994, laureato in SPRI e attuale studente di Politiche per lo Sviluppo e Cooperazione Internazionale all'UniSA. Credo nel potere delle parole e nella politica come strumento per migliorare il mondo.
Tutti gli articoli di Francesco Somma →