Elezioni europee 2019, proiezione Opinio per RAI: testa a testa M5S-PD

Pubblicato il 27 Maggio 2019 alle 00:19 Autore: Alessandro Faggiano

Elezioni europee 2019, proiezione Opinio per RAI: testa a testa M5S-PD. La prima proiezione assottiglia il vantaggio dei dem sui pentastellati.

Elezioni europee 2019, proiezione Opinio per RAI: testa a testa M5S-PD

Elezioni europee 2019, proiezione Opinio per RAI: testa a testa M5S-PD

Dopo il primo exit poll che dava il Partito Democratico in forte vantaggio sul Movimento 5 Stelle, la prima proiezione dell’istituto Opinio per RAI ci mostra uno scenario abbastanza differente. Il Partito Democratico e il Movimento 5 Stelle sarebbero più vicini di quello che si poteva pensare all’inizio e, nonostante i dem mantengano (per ora) un vantaggio, il M5S tallona. Si attende la seconda proiezione per confermare (o smentire) la tendenza.

SEGUI CON NOI LA DIRETTA MINUTO PER MINUTO DI QUESTE ELEZIONI EUROPEE 2019

Risultati elezioni europee 2019: proiezione di Opinio conferma la Lega primo partito

Ciò che non cambia è il vantaggio – considerevole – della Lega su tutte le altre forze politiche. La formazione con sede in via Bellerio dovrebbe ottenere il 30% delle preferenze, staccando nettamente il PD (secondo la proiezione, seconda forza politica) che conseguirebbe il 21,3% dei consensi. In terza posizione si conferma il Movimento 5 Stelle, che supererebbe – di poco – il 20%. Il calo rispetto all’exit poll, pertanto, viene segnalato tra le file dem (mentre Lega e M5S si mantengono in linea con i primi dati).

Le dichiarazioni cautamente ottimiste di Andrea Orlando potrebbero contrastare con la realtà dei dati e le prime proiezioni, che hanno assottigliato fortemente la differenza tra PD e pentastellati.

Secondo Opinio, +Europa può superare la soglia di sbarramento

Elezioni europee: bene anche il resto del centrodestra, anche in questo caso con previsioni confermate sugli exit poll. Forza Italia si fermerebbe al 10% e Fratelli d’Italia di Giorgia Meloni otterrebbe un 6% (in crescita rispetto alle ultime elezioni generali, dopo un periodo di flessione segnalato dai sondaggi conseguente alla formazione del governo giallo-verde).

L’unico altro partito che sembra poter superare la soglia di sbarramento è +Europa di Emma Bonino. La formazione filo-europeista si fermerebbe ad appena un decimale dalla soglia (3,9%). Flop della formazione La Sinistra che non raggiungerebbe neanche il 2%, fermandosi al 1,7%

Segui Termometro Politico su Google News

Hai suggerimenti o correzioni da proporre?
Scrivici a
redazione@termometropolitico.it

Per commentare su questo argomento clicca qui!

L'autore: Alessandro Faggiano

Caporedattore di Termometro Sportivo e Termometro Quotidiano. Analista politico e politologo. Laureato in Relazioni Internazionali presso l'Università degli studi di Salerno e con un master in analisi politica conseguito presso l'Universidad Complutense de Madrid (UCM).
Tutti gli articoli di Alessandro Faggiano →