Proiezioni seggi elezioni europee 2019 Italia: come sarà il parlamento

Pubblicato il 27 Maggio 2019 alle 11:31 Autore: Daniele Sforza

Proiezioni seggi elezioni europee 2019: le ultime notizie, ecco come sarà il nuovo Parlamento europeo e da quali gruppi sarà composto.

Proiezioni seggi elezioni europee 2019
Proiezioni seggi elezioni europee 2019 Italia: come sarà il parlamento

Alla fine non c’è stata nessuna ondata euroscettica che alcuni si aspettavano. Crescono i consensi per i sovranisti, ma non tali da preoccupare i Popolari e i Socialisti, che però devono far fronte a un calo rispetto alle precedenti elezioni e per ottenere la maggioranza dovranno allearsi con ALDE. I cali più forti sono stati registrati però dai Conservatori e dalle Sinistre. Certamente le vittorie dei partiti più “sovranisti” sembrano essere poco rilevanti nello scenario generale europeo (meno di un terzo dei seggi), acquistando invece maggior significato a livello nazionale. È il caso dell’Italia, dove in un anno gli equilibri di forza tra M5S e Lega sono praticamente capovolti, ma anche della Francia, dove il RN di Marine Le Pen ha superato (seppur di poco) il partito di Macron. A livello europeo, invece, la Lega è il secondo partito in Europa e nuovo leader del gruppo Alleanza europea dei popoli e delle nazioni.

Proiezioni seggi elezioni europee 2019: quale maggioranza?

Alla luce di questi risultati delle elezioni europee quali sono le proiezioni relative ai seggi e come cambia il Parlamento europeo? Questa la situazione dei seggi assegnati ai gruppi al momento attuale.

  • EPP (Partito Popolare Europeo): 179 seggi;
  • S& D (Partito Socialista Europeo): 150 seggi;
  • ALDE& R (Liberali): 108 seggi;
  • European Alliance of People and Nations (ex ENF): 71 seggi;
  • Greens-EFA (Verdi): 68 seggi;
  • ECR (Conservatori e Riformisti Europei): 57 seggi;
  • 5Star’s Group – Brexit Party (ex EFDD): 44 seggi;
  • GUE/NGL (Sinistra unitaria europea e Sinistra verde nordica): 38 seggi;
  • NI (Non Affiliati): 36 seggi.

Segui la diretta live di Termometro Politico

Lo scenario

EPP e S& D assieme avrebbero dunque 329 seggi in totale, un numero non sufficiente a raggiungere la maggioranza dei seggi (376). Per averla serviranno quindi i 108 seggi di ALDE (il totale sarebbe 437 seggi), ma attenzione ai Verdi, che grazie all’exploit in Germania e Francia, ottengono un ottimo risultato e potrebbero unirsi alla leadership. Il gruppo ex ENF è invece trascinato dalla Lega di Salvini e, in minor parte, dal RN di Marine Le Pen e va alla conquista dei 71 seggi.

Lo scenario che si delinea è dunque un’alleanza dei Popolari e Socialisti con ALDE e Verdi, che andranno a rappresentare (soprattutto i liberali) l’ago della bilancia della nuova maggioranza che si andrà a formare, probabilmente facendo richieste “pesanti”, come la presidenza di alcune commissioni oppure quella del Parlamento europeo. Nessuna speranza di governeo per i partiti euroscettici e sovranisti, i quali sembrano essere esclusi dal gioco delle alleanze.

Segui Termometro Politico su Google News

Hai suggerimenti o correzioni da proporre?
Scrivici a
redazione@termometropolitico.it

L'autore: Daniele Sforza

Romano, classe 1985. Dal 2006 scrivo per riviste, per poi orientarmi sulla redazione di testi pubblicitari per siti aziendali. Quindi lavoro come redattore SEO per alcune testate online, specializzandomi in temi quali lavoro, previdenza e attualità.
Tutti gli articoli di Daniele Sforza →