Dimissioni Di Maio: voto online su Rousseau, risultati e quesito

Pubblicato il 29 Maggio 2019 alle 17:24 Autore: Giuseppe Spadaro
governo conte
Dimissioni Di Maio: voto online su Rousseau, risultati e quesito

Dimissioni Di Maio: il risultato molto deludente del MoVimento 5 Stelle alle ultime elezioni europee ha aperto la strada al dibattito. Di fatto c’è chi nelle ore immediatamente successive alla chiusura dei seggi ha messo fortemente in discussione l’operato del capo politico del MoVimento, principale imputato della sconfitta dei 5 Stelle. A Di Maio vengono sostanzialmente rimproverate scelte strategiche sbagliate che hanno indebolito la forza politica del M5S.

Dimissioni Di Maio, le critiche di Gianluigi Paragone

Uno dei primi a parlare pubblicamente avanzando critiche sull’operato del vicepremier Di Maio è stato il deputato Gianluigi Paragone. Intervistato dal quotidiano Il Fatto Quotidiano ha criticato Di Maio per i molteplici ruoli rivestiti. Lasciando intuire che nella prima riunione parlamentare del M5S si sarebbe dovuti intervenire per modificare l’assetto organizzativo.

Dimissioni Di Maio, M5S invita la base ad esprimersi su ruolo del capo politico

Luigi Di Maio, a fronte delle critiche, non è rimasto a guardare. Infatti il ministro dello Sviluppo Economico ha chiesto di potersi sottoporre al voto degli iscritti tramite la piattaforma Rousseau. Per uscire politicamente dall’angolo ha chiesto di pronunciarsi alla base del MoVimento.

“Prima di ogni altra decisione, oggi però ho anche io il diritto di sapere cosa ne pensate voi del mio operato. Voglio sentire la voce dei cittadini che mi hanno eletto capo politico qualche anno fa. Quindi a voi la parola” è il pensiero di Di Maio.

“Chiedo di mettere al voto degli iscritti su Rousseau il mio ruolo di capo politico perché è giusto che siate voi ad esprimervi. Gli unici a cui devo rendere conto del mio operato. Sarà tutto il movimento 5 stelle a scegliere. Se il movimento rinnoverà la fiducia in me allora ci metteremo al lavoro per cambiare tante cose che non vanno. Io personalmente con ancora più impegno e dedizione”.

Quando e come sarà effettuata la votazione?

Ecco il testo della domanda: “La domanda a cui rispondere spiega è: confermi Luigi Di Maio come capo politico del movimento 5 stelle?” Le votazioni saranno aperte dalle 10 alle 20 di domani 30 maggio.

Beppe Grillo su Luigi Di Maio: deve andare avanti

Nel frattempo Di Maio incassa significativamente il pieno sostegno del fondatore del MoVimento Beppe Grillo. Sul blog delle stelle proprio a firma del fondatore arriva un editoriale con una analisi del voto dal titolo “Considerazioni post-traumatiche”.

Grillo nell’articolo chiede al Movimento di reagire. E su Di Maio si esprime con parole chiare. “Luigi non ha commesso un reato, non è esposto in uno scandalo di nessun genere. È già eccessiva questa giostra di revisione della fiducia. Deve continuare la battaglia che stava combattendo prima”.

Dopo una serie di attacchi all’indirizzo di Salvini, il fondatore del M5S Grillo conclude così il suo intervento. “Gli errori di metodo, certo ci sono, ma nulla hanno a che fare con l’aver agito nel rispetto delle nostre premesse”.

Hai suggerimenti o correzioni da proporre?
Scrivici a
[email protected]

L'autore: Giuseppe Spadaro

Direttore Responsabile di Termometro Politico. Iscritto all'Ordine dei Giornalisti (Tessera n. 149305) Nato a Barletta, mi sono laureato in Comunicazione Politica e Sociale presso l'Università degli Studi di Milano. Da sempre interessato ai temi sociali e politici ho trasformato la mia passione per la scrittura (e la lettura) nel mio mestiere che coltivo insieme all'amore per il mare e alla musica.
Tutti gli articoli di Giuseppe Spadaro →