Serie A Basket: Sassari-Venezia, la finale delle outsiders. La presentazione

Pubblicato il 9 Giugno 2019 alle 16:12 Autore: Alessandro Guaschini

Serie A Basket: Sassari-Venezia, la finale delle outsiders. La presentazione. Lunedì sera alle ore 20.45 comincerà la serie finale della…

Serie A Basket: Sassari-Venezia, la finale delle outsiders. La presentazione
Serie A Basket: Sassari-Venezia, la finale delle outsiders. La presentazione

Lunedì sera alle ore 20.45 comincerà la serie finale della Serie A di basket e la notizia più grande è l’assenza da Milano. Saranno infatti Sassari e Venezia a sfidarsi. Potrebbe essere rinominata la finale delle outsiders, ma in realtà non è proprio così: è vero che l’Armani è in assoluto la squadra con roster e potenzialità migliori, ma negli ultimi anni Venezia e Sassari sono state le dirette antagoniste. Tra l’altro entrambe vantano un titolo vinto nelle stagioni passate: i sardi vinsero nel 2015 mentre i veneti nel 2017.

Serie A Basket: come arriva Sassari?

Morale alle stelle per i sardi. Da quando è arrivato Pozzecco la storia è completamente cambiata: sono ben 22 le vittorie consecutive. Inoltre, a maggio Sassari ha vinto anche il suo primo trofeo europeo, la Fiba Europe Cup. Stagione quindi a grandi livelli, soprattutto considerando la brutta partenza con coach Esposito, dimessosi a gennaio. I sardi sono arrivati quarti in regular season ma hanno dimostrato che valgono molto di più. Sono riusciti a superare Brindisi ai quarti con un 3-0 e poi hanno annientato con lo stesso punteggio la stra favorita Milano. Passaggio del turno meritato senza dubbio, anche perché Sassari ha vinto entrambe le partite in trasferta. Il roster di Sassari è di tutto rispetto, un ottimo mix tra americani e italiani.

Jack Cooley è uno dei centri migliori del campionato: fisico da armadio, sarà davvero interessante vederlo contro Vidmar. L’altro lungo della Dinamo è Rashawn Thomas, giocatore pazzesco che oltre all’abilità sotto le plance è capace anche di segnare dall’arco. Jaime Smith è il play titolare, una macchina a da triple, mentre Dishawn Pierre è uno degli uomini che è stato più determinante nella serie contro l’Armani; l’ala canadese è migliorata esponenzialmente rispetto la scorsa stagione. Poi c’è il blocco italiano formato da Achille Polonara, Stefano Gentile e Marco Spissu. Non è facile mettersi in mostra quando si hanno dei compagni così forti, ma tutti e tre, chi più chi meno, riesce sempre a ritagliarsi uno spazio importante.

Come arriva Venezia?

Venezia è riuscita a recuperare la serie contro Cremona. Sembrava ormai eliminata quando era sotto 2-1, invece poi la squadra lagunare è riuscita a vincere con grande margine sia in gara 4 in casa che in gara 5 a Cremona. I veneti non avranno la striscia vincente che ha la Dinamo, però hanno tecnicamente un roster probabilmente migliore.

Mitchell Watt è il giocatore che ha segnato più punti di tutta la squadra in stagione, insieme a Gasper Vidmar formano una coppia di lunghi tra le più forti e prorompenti di tutto il campionato. Poi c’è Austin Daye, ottima ala che è stato fondamentale con i suoi 20 punti in gara 5 contro Cremona. Il giocatore più importante però è Michael Bramos, colui che è riuscito a regalare lo scudetto due anni fa ai veneti e che vuole replicare anche quest’anno. Anche Venezia ha un giocatore italiano molto forte: Stefano Tonut, giovane figlio d’arte che sta crescendo sempre di più; questa è stata la stagione della sua proclamazione. Poi ci sono altri giocatori forti come il play MarQuez Haynes, Julyan Stone, Andrea De Nicolao, tutti capaci di dare il loro contributo alla Reyer.

Serie A Basket: il pronostico della finale

Sarà una serie molto equilibrata. Le quote infatti vedono le due squadre praticamente sullo stesso livello. Probabilmente Venezia ha un roster leggermente migliore a livello di singoli, ma la lunga striscia di vittorie di Sassari rende più accreditata la Dinamo. La vittoria di Sassari è quotata 1.80, mentre quella di Venezia 1.90. Insomma, equilibrio praticamente massimo. Lo spettacolo è assicurato.

SEGUI IL TERMOMETRO SPORTIVO ANCHE SU FACEBOOKTWITTER E TELEGRAM

SEGUI TERMOMETRO POLITICO SU FACEBOOK E TWITTER

PER RIMANERE AGGIORNATO ISCRIVITI AL FORUM

Hai suggerimenti o correzioni da proporre? Scrivici a redazione@termometropolitico.it

L'autore: Alessandro Guaschini

Nato a Voghera il 23 luglio 1996 ma residente a Vigevano, è laureato in Economia e Gestione Aziendale presso l'Università Cattolica di Milano. Scrive per il Termometro Politico dal 2018, in particolar modo si occupa di articoli sportivi che spaziano da basket a calcio, sia italiano che internazionale. E-mail: guasco96@gmail.com
    Tutti gli articoli di Alessandro Guaschini →