12/06/2019

Prima prova Maturità 2019: tracce possibili, gli indizi delle simulazioni

Prima prova tracce Maturità 2019 tracce
Prima prova Maturità 2019: tracce possibili, gli indizi delle simulazioni

Prima prova Maturità 2019: la grande data si avvicina per i maturandi (si comincerà mercoledì 19 giugno). Pertanto, a una settimana dall’esordio dell’esame di Stato per i maturandi 2019, è giunto il momento di valutare quali possono essere le tracce possibili relative al tema d’attualità (sempre tra i più cercati dagli studenti), con riferimento ad alcuni indizi derivanti dalle recenti simulazioni. Ma sarà utile anche dare un’occhiata ai temi più caldi del momento, così come agli anniversari e alle ricorrenze storiche, per avere un’idea – ovviamente non certa – di quello che ci si potrebbe aspettare.

Prima prova Maturità 2019: il tema d’attualità

Molti i temi caldi che il Miur potrebbe prendere in considerazione proponendolo come elemento chiave per il tema di attualità. L’argomento scientifico-tecnologico, in un mondo in continua evoluzione, potrebbe vertere su diversi temi, come la robotica, l’intelligenza artificiale e la realtà aumentata (ma attenzione anche al 30° anniversario della nascita del World Wide Web). Guardando invece alla cronaca stretta, temi chiave potrebbero ricadere sull’immigrazione, ma anche sul cyberbullismo e, perché no, sulle fake news alimentate viralmente sulla rete. Tema clou di quest’anno, però, potrebbe essere l’ambiente, anche grazie all’exploit di una delle più strenue e agguerrite paladine anti-riscaldamento globale: Greta Thunberg e i suoi FridaysForFuture.

Prima prova Maturità 2019: gli anniversari letterari e le ricorrenze storiche

Guardando al tema argomentativo, che va a rimpiazzare il saggio breve artistico-letterario, il tema storico politico e il saggio breve di carattere socio-economico, si può dare un’occhiata alle ricorrenze storiche e agli anniversari letterari e artistici.

Nel contesto politico-socio-economico spiccano figure chiave come Francesco Crispi (200 anni dalla nascita), Goffredo Mameli (170 anni dalla morte) e soprattutto Giulio Andreotti, nato il 14 gennaio di 100 anni fa.

In ambito letterario la figura su cui potrebbe ricadere il tema sono Primo Levi (100 anni dalla nascita) e i 200 anni compiuti dalla stesura definitiva dell’Infinito di Giacomo Leopardi, mentre nel contesto artistico i due nomi di punta potrebbero essere il Tintoretto e Leonardo Da Vinci. Il primo nacque 500 anni fa, stesso anno in cui morì il secondo.

Prima prova Maturità 2019: l’analisi del testo letterario

Concludiamo con una breve panoramica sui temi che potrebbero essere centrali nella proposta dell’analisi del testo letterario. Dopo le due sorprese avvenute nel 2017 e nel 2018 (rispettivamente Giorgio Caproni e Giorgio Bassani), nel 2019 si potrebbe tornare alla tradizione, anche se, stando a un sondaggio di Skuola.net, solo 1 studente su 5 è convinto che si tornerà sui classici. Inoltre l’analisi del testo letterario è stata riformata, comprendendo di fatto due testi, che potrebbero benissimo essere di un autore classico (presumibilmente risalente a fine Ottocento) e uno più moderno e sorprendente. Non resta che attendere un’altra settimana per avere notizie certe e capire quale direzione avrà voluto prendere il Miur.

SEGUI TERMOMETRO POLITICO SU FACEBOOK E TWITTER

PER RIMANERE AGGIORNATO ISCRIVITI AL FORUM

Hai suggerimenti o correzioni da proporre? Scrivici a [email protected]