World Wide Web: Cern e cos’è, ecco il primo browser di 30 anni fa

Pubblicato il 14 Marzo 2019 alle 07:26 Autore: Giuseppe Spadaro

World Wide Web, il primo browser di 10 anni fa. Cosa è successo il 12 marzo 1989, perché è fondamentale il Cern in quella che poi è diventata l’era digitale

World Wide Web: Cern e cos'è, ecco il primo browser di 30 anni fa
World Wide Web: Cern e cos’è, ecco il primo browser di 30 anni fa

Chi ha inventato il web


Ci sono eventi e date che cambiano il mondo. Rivoluzionano il nostro modo di agire. La nascita del web è certamente una di queste. In trenta anni – con le tappe che andremo brevemente a ripercorrere – dal 12 marzo 1989 si può dire che moltissimi gesti quotidiani siano completamente cambiati. Non a caso la nostra viene ormai stabilmente definita l’era digitale.

World Wide Web, cosa è successo il 12 marzo 1989

Il 12 marzo 1989 l’informatico britanico Tim Lerners Lee al CERN di Ginevra presentò un documento da cui è nato il sistema del World Wide Web. Una sorta di modello, ideato dal ricercatore del CERN, per la gestione di informazioni su larga scala. La descrizione di quel modello grazie a cui ancora oggi è possibile la gestione dei contenuti di Internet è datato, come giorno di presentazione proprio 12 marzo 1989. L’idea è nata dalla necessità di gestire l’enorme quantità di informazioni collegate agli esperimenti scientifici a cura della organizzazione con sede a Ginevra. Prima di assumere il nome World Wide Web, si chiamava MESH.

World Wide Web, le tappe successive

Successivamente furono abbastanza rapidi gli sviluppi che hanno portato alla grande espansione del modello primordiale immaginato da Tim Berners Lee. Infatti dal modello teorico nel giro di poco tempo arrivò la costruzione del primo sito. E insieme al nome del più volte citato informatico britannico c’è da annotare il nome dell’altro informatico che ha dato un grande apporto allo sviluppo e alle fasi successive alla prima grande intuizione: l’informatico belga Robert Cailliau.

World Wide Web, primo server

Elemento molto significativo per ricostruire le prime fondamentali tappe del World Wide Web è la costruzione del primo server. Come primo server fu utilizzato un computer NeXT, della società fondata da Steve Jobs dopo che aveva lasciato Apple. Sullo stesso computer fu riportata, su una etichetta, la scritta “non spegnete, è un server!”.

World Wide Web, di cosa si occupa l’informatico Tim Berners Lee

Tim Berners Lee, il co-inventore del world wide web, è nato a Londra l’8 giugno 1955. Il 12 marzo 1989 aveva 34 anni. Laureato in fisica al Queen’s College a Oxford dopo aver lavorato per alcune società di telecomunicazioni è approdato nel 1980 al CERN. Lì dove, come abbiamo visto, ha realizzato lo studio utilizzato come base per lo sviluppo del www.

Di cosa si occupa oggi? Attualmente è direttore del Consorzio del World Wide Web, con cui segue l’evoluzione del web. Lavora per una piena accessibilità di Internet ed allo stesso tempo ha più volte lanciato messaggi per una maggiore attenzione alla sicurezza dei dai personali. Curiosità: l’informatico – in diverse interviste – ha sottolineato di non esser diventato ricco grazie alla sua intuizione. Come spesso accade in questi casi, sono stati altri a monetizzare a distanza di pochi anni le grandi potenzialità connesse al mondo che da allora ha iniziato a cambiare a grandissima velocità.

Segui Termometro Politico su Google News

Hai suggerimenti o correzioni da proporre?
Scrivici a
redazione@termometropolitico.it

L'autore: Giuseppe Spadaro

Direttore Responsabile di Termometro Politico. Iscritto all'Ordine dei Giornalisti (Tessera n. 149305) Nato a Barletta, mi sono laureato in Comunicazione Politica e Sociale presso l'Università degli Studi di Milano. Da sempre interessato ai temi sociali e politici ho trasformato la mia passione per la scrittura (e la lettura) nel mio mestiere che coltivo insieme all'amore per il mare e alla musica.
Tutti gli articoli di Giuseppe Spadaro →