Bollino rosso caldo 2019: temperature e città a rischio. I giorni

Pubblicato il 27 Giugno 2019 alle 14:01 Autore: Guglielmo Sano

Bollino rosso caldo: un’ondata di calore del genere non si abbatteva sul nostro paese da almeno 100 anni; è più forte persino di quella memorabile del 2003

Bollino rosso caldo 2019: temperature e città a rischio. I giorni

Giovedì 27 giugno 2019, giornata record per quanto riguarda le temperature: arriveranno a sfondare quota 40 gradi.  Non ci sarà scampo alla morsa del caldo da un punto all’altro dello Stivale: un’ondata di calore del genere non si abbatteva sul nostro paese da almeno 100 anni; è più forte persino di quella memorabile dell’estate 2003.

Le città da bollino rosso caldo

Emanata oggi l’allerta caldo – livello 3, il più alto – dal Ministero della Salute in ben 6 città italiane; si tratta di Bolzano, Brescia, Firenze, Perugia, Rieti e Roma. Il bollino rosso durerà fino a venerdì 28 giugno anche se è oggi il giorno più pericoloso non solo per bambini ed anziani ma per tutte le categorie di cittadini. D’altra parte, alle suddette città si aggiungeranno domani anche Bari, Bologna, Frosinone, Latina, Milano, Napoli, Torino, Venezia, Verona e Viterbo, quindi, in tutto sono 16 i centri urbani in cui si riscontrerà il massimo rischio legato all’ondata di calore per tutta la popolazione.

Ondata di calore senza precedenti

La colonnina di mercurio nelle prossime ore dovrebbe toccare i 42 gradi in Piemonte nei prossimi due giorni e in particolare nelle città di Alessandria, Asti e Vercelli. Sui 39-40 gradi le temperature che si registreranno tra Lombardia ed Emilia Romagna: picchi di calore a Milano, Pavia, Cremona, Lodi, Bergamo, Como, Varese, Mantova, Piacenza, Parma, Reggio Emilia, Modena, Bologna e Ferrara. Raggiungeranno tra i 37 e i 38 gradi le temperature a Roma e Firenze, ad Aosta e Bolzano si andranno a sfiorare i 40.

Quando si tornerà alla “normalità”

Secondo i metereologi solo andando avanti col weekend la cappa di caldo andrà lentamente allentandosi ma senza mollare del tutto. In pratica, da sabato ci si può attendere un calo delle temperature: soprattutto al Nord si perderanno 4-6 gradi. Solo una breve pausa però prima di un rialzo a livelli importanti: è probabile che prima di mercoledì 2 luglio, quando ci si attendono dei rovesci sulle regioni settentrionali, il caldo non si attenuerà.

Segui Termometro Politico su Google News

Hai suggerimenti o correzioni da proporre?
Scrivici a
redazione@termometropolitico.it

L'autore: Guglielmo Sano

Nato nel 1989 a Palermo, si laurea in Filosofia della conoscenza e della comunicazione per poi proseguire i suoi studi in Scienze filosofiche a Bologna. Giornalista pubblicista dal 2018 (Odg Sicilia), si occupa principalmente di politica e attualità. Cura la sezione esteri per Termometro Politico
Tutti gli articoli di Guglielmo Sano →