•  
  •  
  •  
  •  
  •  

pubblicato: mercoledì, 18 febbraio, 2009

articolo scritto da:

Chi ha corrotto David Mills?

L'avvocato David Mills

Il caso di David Mills rimarrà nella storia Repubblicana Italiana come un tipico esempio di Giustizia tutta da rifare. Ma non come la intende Silvio Berlusconi, ovvero delegittimando gli antropologicamente diversi, quanto invece esattamente al contrario, potenziandoli e rendendoli più efficienti. Il Lodo Alfano permetterà all’attuale Presidente del Consiglio di non subire alcun processo durante il corso del suo mandato, benchè Mills sia stato trovato colpevole di corruzione.

[ad]Non importa, il Lodo Alfano permette questo ed altro. Ricordiamo che quel Lodo è stato votato regolarmente in Parlamento. Ora si aspetta che la Corte Costituzionale si esprima in merito alla sua costituzionalità. Nel passato governo Berlusconi, l’allora maggioranza volle far passare il Lodo Schifani, ma la Corte lo bocciò. Non c’è da dubitare che anche questa volta accadrà la stessa cosa. Nel frattempo Silvio Berlusconi risulta ingiudicabile.

Fininvest e Berlusconi possono dormire sonni tranquilli. Noi cittadini comuni, invece, se non ritiriamo lo scontrino al Bar e la Guardia di Finanza ci scopre, rischiamo grosso non potendo contare su un Lodo Alfano.

Tuttavia non possiamo far cambiare idea a metà paese che continua a votare da 15 anni a questa parte la stessa persona. Un giorno, forse, lo capiranno e sarà troppo tardi.

L'avvocato David Mills

Vediamo dunque di ripercorrere brevemente il caso Mills:

Milano – L’avvocato inglese David Mills è stato condannato a quattro anni e sei mesi per corruzione in atti giudiziari dal Tribunale di Milano. Il legale nel luglio del 2004 aveva raccontato ai pm Fabio De Pasquale e Alfredo Robledo di aver ricevuto 600mila dollari dal gruppo Fininvest per dire il falso nei processi in cui era coinvolto Silvio Berlusconi.

Successivamente, nel corso del dibattimento, Mills aveva poi parzialmente ritrattato quella versione cercando di discolpare il Presidente del Consiglio. Il premier era in un primo momento imputato insieme all’avvocato, ma la sua posizione è stata stralciata in seguito all’approvazione del “Lodo Alfano” sull’impunità delle massime cariche dello Stato da parte del Parlamento, norma attualmente al vaglio della Corte Costituzionale. Mills è stato condannato a risarcire anche 250 mila euro alla parte civile Presidenza del Consiglio (paradossalmente al suo coimputato). I giudici hanno inoltre disposto la trasmissione degli atti alla Procura perché valuti la testimonianza di Benjamin Marrache, uno dei testimoni nel processo.

La parte in rosso penso sia la beffa delle beffe. Solo in Italia può capitare.

Il 17 Giugno 2008, Silvio Berlusconi sostenne

Berlusconi ha ricusato il giudice Nicoletta Gandus chiamata a decidere del processo in cui il Cavaliere e il legale inglese David Mills sono accusati di concorso in corruzione in atti giudiziari. Una mossa, si legge nell’istanza presenta dai legali del premier, legata alle “reiterate manifestazioni di pensiero che appalesano una inimicizia grave” nei confronti di Berlusconi. E nell’istanza si sottolinea anche come il giudice Gandus “appaia tra i soggetti potenzialmente danneggiati nel processo collegato, da cui nasce il presente processo, avendo posseduto azioni Mediaset ed essendo quindi fra quei soggetti che potenzialmente avrebbero potuto costituirsi parte civile”.

(per continuare la lettura cliccare su “2”)

Speciale immigrazione

Immigrazione in Italia

Guerra economica con la Francia

Guerra economica con la Francia

Acquisizioni francesi in Italia

Sondaggi Politici

Sondaggi politici - tutti i dati sulla fiducia di leader ed istituzioni

Speciale Pensioni

pensioni novita precoci

Termometro delle Voluttà

Giuramento della Palla avvelenata

Giuramento della Palla avvelenata

articolo scritto da: