Pubblicato il 15/07/2019 Ultimo aggiornamento: 17 Luglio 2019 alle 09:37

Bonus docenti 500 euro: validazione entro il 31 agosto 2019, l’avviso del Miur

autore: Guglielmo Sano
Bonus docenti 500 euro: validazione entro il 31 agosto 2019, l’avviso del Miur
Bonus docenti 500 euro: validazione entro il 31 agosto 2019, l’avviso del Miur

Da tempo è comparso sul portale del Ministero dell’Istruzione un avviso riguardante il bonus per l’aggiornamento professionale del personale docente: i buoni già generati devono essere validati entro il 31 agosto.

Bonus docenti: buoni da spendere entro il 31 agosto

Il bonus da 500 euro per l’aggiornamento del personale docente “deve essere validato entro il 31 agosto 2019”; questo l’annuncio comparso sul sito del Miur. Il bonus, sia nel caso in cui sia stato speso del tutto sia nel caso in cui sia stato speso solo in parte, insomma, andrà validato e speso entro il 31 agosto. La data fissata per la validazione non è casuale: infatti, come ogni anno, la piattaforma online subirà i necessari aggiornamenti in vista del prossimo anno scolastico a partire dall’uno settembre, ciò renderà impossibile la generazione dei buoni.

Non si perderà l’importo dei buoni già generati

Detto ciò, non si perderanno gli importi dei buoni generati ma soltanto questi ultimi. In sostanza, come previsto dalla normativa che regola il bonus, cioè il DPCM del 28 novembre 2016, le somme non spese entro la conclusione dell’anno scolastico di riferimento sono rese disponibili nella Carta dell’anno scolastico successivo, in aggiunta alle risorse ordinariamente erogate. Per ricapitolare, si perderanno i buoni già generati se non verranno spesi entro il 31 agosto 2019: d’altra parte, anche se non verranno utilizzati entro questa data, non si perderanno gli importi dei buoni; questi andranno a sommarsi all’importo del bonus il cui accredito è previsto in occasione dell’inizio del prossimo anno scolastico (2019/20).

Come funziona l’accumulo?

La carte del docente, altrimenti detto bonus docenti, è stata confermata e rifinanziata dall’ultima Legge di Bilancio anche per il prossimo anno scolastico. Se non è stato speso o è stato speso solo parzialmente nel corso di quest’anno non si perderà dopo il 31 agosto: gli importi residui saranno riaccreditati con la tranche prevista per l’a.a. 2019/20. Questa operazione ha richiesto 7-10 giorni negli anni scorsi: lasso di tempo in cui la piattaforma del Miur sarà inutilizzabile dato l’aggiornamento. Da segnalare a questo punto che non si possono cumulare le somme del bonus senza limiti: i 500 euro devo essere spesi in un massimo di due anni scolastici.

Autore: Guglielmo Sano

Nato nel 1989 a Palermo, si laurea in Filosofia della conoscenza e della comunicazione per poi proseguire i suoi studi in Scienze filosofiche a Bologna. Giornalista pubblicista dal 2018 (Odg Sicilia), si occupa principalmente di politica e attualità. Cura la sezione esteri per Termometro Politico
Tutti gli articoli di Guglielmo Sano →