05/08/2019

Concorso Mibac 2019: bando online il 9 agosto per 5400 posti

autore: Daniele Sforza
Concorso Mibac 2019: bando online il 9 agosto per 5400 posti

Buone notizie per chi attende il concorso Mibac 2019: sulla sua pagina Facebook il ministro della Pubblica Istruzione Alberto Bonisoli ha infatti annunciato che a breve sarà pubblicato un bando per il reclutamento di 1.052 vigilanti. Ma non finisce qui, perché a breve è previsto un altro bando riservato stavolta alla assunzione di 250 funzionari amministrativi. Senza dimenticare questo autunno: per il Mibac è previsto in totale un piano di 5.400 assunzioni.

Concorso Mibac 2019: bando online il 9 agosto, parla Bonisoli

L’annuncio, come detto, è stato dato dal ministro Bonisoli sulla sua pagina Facebook. Il ministro ne ha parlato come “il più grande piano di assunzioni della storia del Ministero per i beni e le attività culturali”. A questo bando “era stata data la priorità sin dai primi giorni del mio mandato” e Bonisoli ha affermato che in materia si è dato subito da fare per trovare le coperture economiche. Il bando non sarà uno solo, ma il primo uscirà il prossimo 9 agosto, ovvero questa settimana. “Il primo bando prevede l’assunzione di 1.052 vigilanti e sarà pubblicato il 9 agosto in Gazzetta Ufficiale”. Non finisce qui, abbiamo anticipato, perché a breve seguirà “un bando del Ministero della Funzione Pubblica per un concorso unico che riguarda diverse amministrazione, grazie al quale sarà possibile l’assunzione di 250 funzionari amministrativi per il Mibac”.

Concorsi Ministero Giustizia: 5000 posti in totale, i requisiti

Altri concorsi in autunno

Il piano assunzioni, però, non finisce qui. “In autunno saranno pronti altri concorsi pubblici, in modo da coprire la totalità delle professioni che servono al lavoro quotidiano del Ministero, nella sede centrale e sul territorio, per arrivare a un totale complessivo di circa 5.400 nuove assunzioni (inclusi i bandi che stanno per partire)”.

Bonisoli parla di necessità finalizzata a coprire le “drammatiche carenze di personale” e la “mancanza di turnover”. Il ministro ha quindi parlato di un problema che “nessuno dei ministri che mi ha preceduto ha mai pensato di affrontare e che ha costretto il Mibac, per anni, a gestire il proprio patrimonio con risorse umane del tutto insufficienti e con gravissime conseguenze sulla gestione tecnica e amministrativa di siti archeologici, musei, archivi, biblioteche”. In conclusione un ringraziamento allo “staff del Mibac che ha lavorato in modo eccellente”.

SEGUI IL NUOVO TERMOMETRO QUOTIDIANO A QUESTO LINK.

SEGUI TERMOMETRO POLITICO SU FACEBOOK E TWITTER

PER RIMANERE AGGIORNATO ISCRIVITI AL FORUM

Hai suggerimenti o correzioni da proporre? Scrivici a [email protected]

Autore: Daniele Sforza

Romano, classe 1985. Dal 2006 scrivo per riviste, per poi orientarmi sulla redazione di testi pubblicitari per siti aziendali. Quindi lavoro come redattore SEO per alcune testate online, specializzandomi in temi quali lavoro, previdenza e attualità.
Tutti gli articoli di Daniele Sforza →