Pubblicato il 23/08/2019 Ultimo aggiornamento: 26 Agosto 2019 alle 11:12

Bonus docenti e aspettativa non retribuita: ecco i chiarimenti, la guida

autore: Guglielmo Sano
Bonus docenti e aspettativa non retribuita: ecco i chiarimenti, la guida

Il Bonus docenti continua a essere erogato se l’insegnante va in aspettativa? Cosa succede alla Carta del docente nel caso di aspettativa retribuita e non retribuita?

Bonus docenti: erogato anche in aspettativa

Gli insegnanti che sono o andranno presto in aspettativa non hanno nulla da temere. Infatti, la Carta del docente continuerà a essere ricaricata con 500 euro ogni anno anche durante il periodo di aspettativa; non importa che essa sia retribuita o meno: il suo obiettivo, d’altronde, è quello di garantire l’aggiornamento professionale degli insegnanti.  

Bonus docenti 500 euro: validazione entro il 31 agosto 2019, l’avviso del Miur

Non si può accumulare per più di due anni

Si hanno a disposizione al massimo due anni per spendere il bonus, ancora meglio: questo non può essere accumulato per più di due anni. Per esempio, il bonus da 500 euro erogato per l’anno 2017/18 dovrà essere speso entro il 31 agosto 2019. Cosa succede si non si usufruisce del bonus entro tale data? Per dirla in breve si perderà l’importo residuo.

Bonus merito docenti 2019: requisiti precari e domanda. Quant’è l’importo

Quando avverrà il prossimo accredito?

Dopo la scadenza del 31 agosto 2019, la piattaforma Miur attraverso cui è possibile usare la carta del docente – tramite essa è possibile creare dei “buoni” da utilizzare presso i rivenditori autorizzati sia fisici che online -non potrà essere utilizzata per una settimana o, più probabilmente, per una decina di giorni. In questo lasso di tempo si procederà all’aggiornamento dell’importo residuo. Una volta terminata questa fase, se non sono stati spesi naturalmente, si ritroveranno i 500 euro caricati sulla carta del docente per l’anno 2018/19 maggiorati di ulteriori 500 euro, cioè il bonus docenti erogato per l’anno scolastico 2019/20.

Carta docente Ata ed educatori: no bonus 500 euro dal Consiglio di Stato

SEGUI IL NUOVO TERMOMETRO QUOTIDIANO A QUESTO LINK.

SEGUI TERMOMETRO POLITICO SU FACEBOOK E TWITTER

PER RIMANERE AGGIORNATO ISCRIVITI AL FORUM

Hai suggerimenti o correzioni da proporre? Scrivici a [email protected]

Autore: Guglielmo Sano

Nato nel 1989 a Palermo, si laurea in Filosofia della conoscenza e della comunicazione per poi proseguire i suoi studi in Scienze filosofiche a Bologna. Giornalista pubblicista dal 2018 (Odg Sicilia), si occupa principalmente di politica e attualità. Cura la sezione esteri per Termometro Politico
Tutti gli articoli di Guglielmo Sano →