Pubblicato il 28/08/2019 Ultimo aggiornamento: 29 Agosto 2019 alle 16:49

Concorso funzionari e ispettori del lavoro 2019: bando online da 1514 posti

autore: Daniele Sforza
Concorso funzionari e ispettori del lavoro 2019: bando online da 1514 posti

È stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale – Concorsi ed Esami il bando di concorso funzionari e ispettori del lavoro per un totale di 1.514 posti. Si tratta di una campagna di reclutamento finalizzata all’assunzione delle unità richieste con contratto a tempo indeterminato presso il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, per l’Istituto per l’Assicurazione contro gli infortuni sul lavoro e infine per l’Ispettorato del Lavoro. Andiamo a sintetizzare le principali informazioni relative al bando di concorso.

Concorso funzionari e ispettori del lavoro 2019: 1.514 posti, la ripartizione

I 1.514 posti disponibili sono ripartiti tramite il reclutamento delle seguenti figure professionali così ripartite:

  • Ispettori del lavoro: 691 (64 riservati al personale di ruolo);
  • Funzionari: 823 comprendenti
    • Funzionari profilo amministrativo (Inail): 635;
    • Funzionari Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali: 57;
    • Funzionari Ispettorato nazionale del lavoro: 131.

I requisiti richiesti

Per partecipare al concorso è richiesto il possedimento dei classici requisiti abitualmente richiesti per candidarsi alle prove di selezione dei concorsi pubblici. Pertanto i soggetti interessati dovranno essere in possesso di cittadinanza italiana, godere dei diritti civili e politici, non avere condanne penali ed essere regolari nei confronti degli obblighi di leva.

Entrando più nel dettaglio, i candidati ai posti riservati all’Ispettorato nazionale del Lavoro dovranno aver conseguito una Laurea Magistrale, Specialistica o equipollente in Giurisprudenza. Agli altri funzionari è richiesto lo stesso titolo, in alternativa a Giurisprudenza, in Scienze Politiche oppure Scienze delle Pubbliche Amministrazioni.

Concorso funzionari e ispettori del lavoro: le prove

Successivamente alla prova preselettiva, i candidati che la passeranno saranno sottoposti a una prova scritta e infine a un colloquio orale. Di tali prove si occuperà la Commissione Ripam.

Più nello specifico la prova preselettiva consterà di 60 quesiti a risposta multipla. Di questi 40 saranno di carattere attitudinale, mentre i restanti 20 riguarderanno il diritto costituzionale e amministrativo. La prova preselettiva sarà comune per tutti i candidati e servirà a fare una prima scrematura.

Chi supererà il primo test passerà quindi alla prova scritta, che sarà tuttavia differente in base al tipo di ruolo professionale previsto dal concorso. Le principali materie oggetto d’esame riguarderanno tuttavia Scienze delle Finanze e Diritto.

Durante la prova orale, i candidati saranno interrogati sulle materie oggetto della prova scritta. Nell’occasione saranno anche valutate le conoscenze informatiche e quelle relative alla lingua straniera (inglese).

Concorsi avvocati e assistenti sociali: il bando

Concorso funzionari e ispettori del lavoro: domanda e scadenza

Le persone in possesso dei requisiti richiesti che hanno intenzione di candidarsi ai concorsi dovranno presentare la domanda solo ed esclusivamente in via telematica. Per questo dovranno recarsi sul sito Ripam e compilare il modulo denominato Step-One 2019. Una delle voci del modulo riguarda anche gli estremi della ricevuta di pagamento (10 euro), che corrisponde al contributo di ammissione al concorso. Nella domanda dovrà quindi essere indicata anche quella voce (il contributo andrà pagato prima).

Infine si ricorda che il bando di concorso ha come scadenza quella di venerdì 11 ottobre.

Per ulteriori informazioni e approfondimenti potete cliccare su questa pagina.

SEGUI IL NUOVO TERMOMETRO QUOTIDIANO A QUESTO LINK.

SEGUI TERMOMETRO POLITICO SU FACEBOOK E TWITTER

PER RIMANERE AGGIORNATO ISCRIVITI AL FORUM

Hai suggerimenti o correzioni da proporre? Scrivici a [email protected]

Autore: Daniele Sforza

Romano, classe 1985. Dal 2006 scrivo per riviste, per poi orientarmi sulla redazione di testi pubblicitari per siti aziendali. Quindi lavoro come redattore SEO per alcune testate online, specializzandomi in temi quali lavoro, previdenza e attualità.
Tutti gli articoli di Daniele Sforza →