Pubblicato il 03/09/2019

Sondaggi elettorali Tecnè: governo con il Pd, sì dal 52% degli elettori M5S

autore: Andrea Turco
sondaggi elettorali tecne, intenzioni voto
Sondaggi elettorali Tecnè: governo con il Pd, sì dal 52% degli elettori M5S

Il giorno del giudizio è oggi. Dalle 9 alle 18 gli iscritti del Movimento 5 Stelle sono chiamati a dire la loro sull’accordo di governo con il Pd per un Conte bis. Se dalla votazione, che avverrà sulla piattaforma Rousseau e sarà certificata da un notaio, dovesse arrivare un niet “il presidente del Consiglio dovrà sciogliere la riserva di conseguenza: in modo negativo. Non vedo alternativa” ha affermato in un’intervista a Circo Massimo il capogruppo M5s al Senato Stefano Patuanelli. Sulla stessa linea il capo politico dei Cinque Stelle, Luigi Di Maio: “Tutto dipende dall’esito delle consultazioni di domani su Rousseau”. Nel frattempo sappiamo che che dalla piattaforma Rousseau quasi l’80% dei votanti si è pronunciato a favore di una intesa M5S-Pd.

Sondaggi elettorali Tecnè: maggioranza elettori M5S voterebbe fiducia a governo giallo rosso

Ma gli elettori pentastellati voterebbero la fiducia ad un nuovo governo M5S-PD con ancora Giuseppe Conte come premier? A chiederlo ci ha pensato l’istituto Tecnè in un sondaggio per il talk show politici di Rete4 Quarta Repubblica andato in onda il 2 settembre. Ebbene, a dire sì ad un Conte bis in salsa giallo rossa è il 52% di chi vota Cinque Stelle (contrario il 44%). La percentuale di favorevoli si alza al 66% tra l’elettorato dem. L’esecutivo M5S-Pd viene però bocciato dalla maggioranza degli intervistati (55%). Solo il 30% del campione totale dà il proprio assenso al nuovo governo.

Sondaggi elettorali Tecnè: le intenzioni di voto

Dalle parole di Di Maio e Patuanelli si evince che, se il risultato delle votazioni dovesse essere negativo, l’ipotesi di un governo giallo rosso verrebbe messa in cantina e di conseguenza la strada per il voto anticipato si riaprirebbe subito. Ad oggi, secondo Tecnè, la Lega rimane il primo partito con il 31%, in calo di poco più di tre punti rispetto a quanto ottenuto alle Europee. Il Carroccio paga quindi l’apertura della crisi di governo. A beneficiarne sono Partito Democratico e Movimento 5 Stelle. I primi salgono al 24,6% dal 22,7% delle Europee, i secondi fanno un balzo in avanti di tre punti e tornano sopra il 20% (21,5%). Nel centrodestra Forza Italia vede avvicinarsi Fratelli d’Italia (7,8 contro 7%).

Sondaggi elettorali Tecnè: tutto può cambiare

I valori qui sopra descritti potrebbero però cambiare nel caso l’accordo tra M5S e dem dovesse naufragare.

sondaggi elettorali tecne, fiducia conte bis
sondaggi elettorali tecne, intenzioni voto

Nota metodologica

Allegata all’immagine.

SEGUI IL NUOVO TERMOMETRO QUOTIDIANO A QUESTO LINK.

SEGUI TERMOMETRO POLITICO SU FACEBOOK E TWITTER

PER RIMANERE AGGIORNATO ISCRIVITI AL FORUM

Hai suggerimenti o correzioni da proporre? Scrivici a [email protected]

Autore: Andrea Turco

Classe 1986, dopo alcune esperienze presso le redazioni di Radio Italia, Libero Quotidiano e OmniMilano approda a Termometro Politico.. Dal gennaio 2014 collabora con il portale d'informazione Smartweek. Su Twitter è @andreaturcomi
Tutti gli articoli di Andrea Turco →