Pubblicato il 18/09/2019

Scissione Pd 2019 Renzi “ero un intruso” Zingaretti se l’aspettava

autore: Giuseppe Spadaro
Scissione Pd 2019 Renzi “ero un intruso” Zingaretti se l’aspettava

Scissione Pd 2019 Renzi – La mossa di Renzi di dare vita ad un nuovo soggetto politico certamente scompagina lo scenario politica anche se al momento non cambia nulla, o quasi, in termini di numeri di maggioranza parlamentari a sostegno del governo Conte bis. Infatti i parlamentari che formalizzeranno la loro adesione ad Italia Viva, il nome del nuovo partito di Renzi, continueranno a sostenere il Governo Conte bis nato dall’intesa tra Movimento 5 Stelle, Partito Democratico e Liberi e Uguali. Formazioni a cui ora si aggiunge appunto il neonato movimento politico.

Scissione Pd, Renzi e i motivi dell’addio

A più riprese Renzi ha spiegato i motivi di questa sua decisione. Lo ha fatto con una lunga intervista pubblicata da Repubblica in data 17 settembre 2019 e in molti altri spazi mediatici. Nel corso del programma in onda su Rai RadioTre “Tutta la città ne parla” il leader politico ha sintetizzato in questo modo la sua scelta. «Come due persone che le hanno tentate tutte per cercare di restare insieme, mi sono detto per quale motivo io devo continuare un intruso nella storia della Ditta che nei prossimi mesi si riprenderà D’Alema, Bersani e Speranza?. Invece faranno senza di noi».

Scissione Pd, le parole del segretario Nicola Zingaretti

Tra le tantissime reazioni alla decisione di Renzi si registra anche l’intervento del segretario del Partito Democratico. “Io – le parole del segretario dem in un’intervista al Corriere – un po’ me lo aspettavo per l’atteggiamento di vicinanza ma non partecipazione alla vita del partito che non ho mai compreso fino in fondo. Mi dispiace, e penso che sia un errore dividere il Pd, ma al tempo stesso credo che ora il nostro compito sia molto chiaro: è quello di portare nel futuro il Pd. Anzi, meglio, il Pd che può ricostruire una speranza per l’Italia».

Le parole del sindaco di Milano Giuseppe Sala

Commenti scissione Pd – Il sindaco di Milano Giuseppe Sala, su Facebook, propone un’analisi legata al carattere politico di Renzi ed in un certo senso prende le distanze dalla scelta dell’ex sindaco di Firenze. «Le ragioni politiche della scissione di Italia Viva sono difficili da comprendere. Se l’obiettivo era quello di riorganizzare lo spazio politico in modo più coerente, temo che gli effetti, almeno al momento, siano diversi da quelli sperati. In quello stesso spazio “liberal-democratico” oggi c’è solo un soggetto in più. Credo che le ragioni vere di questa scelta risiedano invece altrove. Lo dico con rispetto per Matteo, ma credo che faccia molta fatica a stare in una comunità collaborativa, preferendo invece un sistema che risponda pienamente a lui. È questo quello che più ci distingue».

Autore: Giuseppe Spadaro

Direttore Responsabile di Termometro Politico. Iscritto all'Ordine dei Giornalisti (Tessera n. 149305) Nato a Barletta, mi sono laureato in Comunicazione Politica e Sociale presso l'Università degli Studi di Milano. Da sempre interessato ai temi sociali e politici ho trasformato la mia passione per la scrittura (e la lettura) nel mio mestiere che coltivo insieme all'amore per il mare e alla musica.
Tutti gli articoli di Giuseppe Spadaro →