Pubblicato il 19/09/2019 Ultimo aggiornamento: 20 Settembre 2019 alle 15:57

Sondaggi politici Euromedia Conte Bis: “assetto andava cambiato”

autore: Daniele Sforza
Sondaggi politici Euromedia Conte Bis: “assetto andava cambiato”

Il governo Conte bis; l’addio di Renzi al PD e la formazione consequenziale di un nuovo partito, Italia Viva; un cambiamento politico che forse non c’è stato. Gli ultimi sondaggi politici tentano di sondare l’umore dei cittadini e degli elettori italiani sulla credibilità del nuovo esecutivo, che però vede sempre gli stessi attori. Ospite a L’Aria che Tira su La7, Emma Bonino ha commentato la propria decisione di non votare la fiducia al Conte bis: “Non capisco come Conte possa cambiare governo senza dissociarsi da se stesso”, aveva affermato in Senato. Sulla questione è intervenuta anche la direttrice di Euromedia Research, Alessandra Ghisleri.

Sondaggi politici Euromedia: la credibilità del governo Conte bis

Il governo Conte replica la propria facciata, cambiando però uno dei due lati della medaglia: se un tempo c’era la Lega, ora c’è il PD. A restare ai loro posti il M5S (sebbene con diversi cambiamenti) e il premier Giuseppe Conte. Ma questa riproposizione distorta che effetto avrà sulla gente comune? Ecco l’opinione della direttrice di Euromedia Alessandra Ghisleri: “Anche nel discorso in Senato della senatrice Bonino il fatto difficile di questo governo è stato riassunto in una sua semplice affermazione”, quella su come il premier Conte abbia potuto cambiare governo senza dissociarsi da se stesso. “È evidente”, prosegue la Ghisleri, “che questo governo avrebbe dovuto cambiare nell’assetto se non altro i principali attori per poter dare credito alla gente di un cambio reale di quello che poteva essere un certo tipo di politica, come ad esempio l’apertura verso l’Europa, o l’appartenenza a determinati pensieri verso l’immigrazione, perché il mantenere costante le stesse figure di riferimento può sviare le persone da un possibile successo. È una strada un po’ più in salita per il PD in questa versione”.

Sondaggi politici Ixè: gli effetti sul governo della scissione nel PD

“Se ci fosse stato un altro assetto, sarebbe stato tutto diverso”

Un governo con un nuovo assetto sarebbe stato completamente diverso, o meglio, avrebbe dato una differente impressione alla gente. Ciò, come abbiamo visto in precedenza, potrebbe essere negativo per il PD, poiché sulle eventuali note positive di questo cambio di rotta potrebbe non essere percepita la firma Dem. La Ghisleri ha continuato a commentare il pensiero della Bonino riguardo l’esecutivo.

“Nella logica del discorso la Bonino non ha detto che è contro. Ha detto semplicemente che le operazioni di cambiamento riguardano anche la crescita, le motivazioni. E in un lasso di tempo così breve è evidente che esistano delle difficoltà se rimangono le stesse figure di riferimento. È evidente che se ci fosse stato un altro assetto, tutto sarebbe stato diverso. Questo fa pensare agli elettori (ma più per il M5S che per il PD) che possono esserci interessi diversi rispetto alle persone”.

Autore: Daniele Sforza

Romano, classe 1985. Dal 2006 scrivo per riviste, per poi orientarmi sulla redazione di testi pubblicitari per siti aziendali. Quindi lavoro come redattore SEO per alcune testate online, specializzandomi in temi quali lavoro, previdenza e attualità.
Tutti gli articoli di Daniele Sforza →