Pubblicato il 20/09/2019 Ultimo aggiornamento: 22 Settembre 2019 alle 09:42

Sondaggi elettorali Emg, Renzi parte dal 3,4%, giù PD e M5S

autore: Gianni Balduzzi
Sondaggi elettorali Emg, Renzi parte dal 3,4%, giù PD e M5S

Forse Renzi si attendeva un po’ di più del 3,4% che Emg attribuisce a Italia Viva, il suo nuovo partito. Secondo la rilevazione EMG In lui ha fiducia il 16% degli italiani. Meno di quelli che apprezzano Berlusconi. Al contrario Zingaretti raggiunge il 23%, meno di Di Maio, al 28%. Al primo posto torna Salvini, seppure in calo, che supera Conte, che perde ben 4 punti in una settimana.

sondaggi elettorali

Del resto anche la percentuale di quanti danno fiducia al nuovo governo, che anche Renzi appoggia, è bassa. Il 29% ne ha molta o abbastanza. Con un calo dell’1% di chi sostiene di averne “molta”.

Cresce del 2%, al 24%, la proporzione di quanti hanno poca fiducia nel governo, mentre diminuiscono di due punti quanti non ne hanno per nulla. Nel complesso è il 48% che dice di non avere fiducia nel Conte bis

sondaggi elettorali

Per il 45% comunque per il governo non cambierà nulla dopo la scissione di Renzi. Lo pensa soprattutto il 70% dei pentastellati. Mentre per i leghisti avrà un certo peso e renderà meno forte l’esecutivo.

Solo per il 9% addirittura lo irrobustirà

sondaggi elettorali

Vediamo allora le intenzioni di voto di questi ultimi sondaggi elettorali, rilevate con l’ausilio di un panel telematico che ha coinvolto 1895 persone.

Sondaggi elettorali Emg, PD giù del 2,8%

La scissione di Renzi provoca danni naturalmente soprattutto nel PD, che perde il 2,8% e scivola al 20,5%.

Rimane però al secondo posto, dopo una Lega al 33,1%, in calo di due decimi. Infatti anche il Movimento 5 Stelle sembra voti, lasciando sul terreno l’1,2% e attestandosi al 18,5%.

Difficile che si tratti di voti transitati in Italia Viva. Piuttosto potrebbero essere passati al PD o ai Verdi e alla Sinistra.

In leggero aumento Fratelli d’Italia, che cresce dello 0,3%, sino al 7,3%, mentre crolla Forza Italia, che perde lo 0,8% andando al 7%. Emg è stato sinora l’istituto che la stimava in migliore forma.

Vi è poi italia Viva, appunto, al 3,4%, che forse attinge qualcosa anche da Forza Italia.

Italia Viva supera +Europa, al 2,7%, in aumento dello 0,1%. In crescita anche la Sinistra, al 2%, (+0,2%), i Verdi, all’1,5% (+0,3%), e Cambiamo di Toti, in salita di due decimi al 1,2%.

La lista Calenda esordisce, secondo il sondaggio, all’1,1%

ultimi sondaggi, sondaggi politici elettorali, media sondaggi
sondaggi elettorali
sondaggi elettorali

Autore: Gianni Balduzzi

Editorialista di Termometro Politico, esperto e appassionato di economia, cattolico- liberale, da sempre appassionato di politica ma senza mai prenderla troppo seriamente. "Mai troppo zelo", diceva il grande Talleyrand. Su Twitter è @Iannis2003
Tutti gli articoli di Gianni Balduzzi →