Chi è Donatella Tesei la candidata del centrodestra alle regionali Umbria

Pubblicato il 26 Settembre 2019 alle 20:16 Autore: Giuseppe Spadaro
Chi è Donatella Tesei la candidata del centrodestra alle regionali Umbria

Sarà Donatella Tesei la candidata con cui Salvini ed il centrodestra proveranno a conquistare l’Umbria nelle elezioni regionali fissate per domenica 27 settembre 2019. Una partita molto interessante, anche dal punto di vista nazionale, perché rappresenta il primo test del voto all’indomani della caduta del governo giallo-verde e dalla nascita dell’esecutivo sostenuto da M5S-Pd-LeU-Italia Viva.

Chi è Donatella Tesei la candidata del centrodestra, avvocato ed ex sindaco di Montefalco

Sposata e madre di due figli, Donatella Tesei è un’esponente della Lega-Salvini premier. Nata a Foligno il 17 giugno 1958, è residente a Montefalco, ovvero il Comune di cui è stata sindaco dal 2009. La sua avventura politica è iniziata nel 2009 proprio come sindaco alla guida di una coalizione civica vicina al centrodestra. Laureata in giurisprudenza, Tesei è avvocato di professione: è stata anche Vice Pretore Onorario presso la Pretura di Montefalco e presso la Pretura Circondariale di Spoleto.

Donatella Tesei: Il ruolo da senatrice e la spinta di Salvini in Umbria

Nel 2018 Donatella Tesei è stata eletta senatrice della Repubblica. È Presidente della 4ª Commissione permanente (Difesa) e membro della Giunta delle elezioni e delle immunità parlamentari nonché del Comitato parlamentare per i procedimenti di accusa.

Sulla sua figura ha fortemente scommesso il leader Salvini che da subito ha puntato sull’ex sindaco di Montefalco per la conquista della regione Umbria. La coalizione si presenterà unita. Ci saranno Lega, Fratelli d’Italia, Forza Italia e le liste civiche di riferimento della stessa area politica.

Il principale avversario della candidata di centrodestra sarà presumibilmente Vincenzo Bianconi. Il presidente di Federalberghi è il candidato civico su cui c’è la convergenza del Movimento 5 Stelle e del Partito Democratico. Si tratta della prima volta che in una elezione locale i 5 Stelle danno vita ad un’alleanza. Si tratta dello schema che ricalca l’asse del Governo Conte bis nato da poche settimane.

Campagna sul territorio

Sinora quella della candidata del centrodestra è stata una campagna elettorale molto incentrata sulla presenza sul territorio e sui contenuti programmatici. L’aspirante presidente della Regione intende raccordarsi alle esperienze amministrative in un modello di governo della regione che sia attento alle esigenze dei singoli dei singoli territori e dei settori sociali e produttivi.

Nell’ultimo incontro a cui ha preso parte si è discusso di agricoltura. Ecco la dichiarazione tematica di Donatella Tesei a margine delll’incontro.

L’agricoltura è una risorsa vitale per la nostra Regione. La nostra terra può contare su eccellenze straordinarie e prodotti famosi in tutto il mondo. Gli agricoltori, inoltre, svolgono una funzione insostituibile nel presidio del territorio. Purtroppo negli scorsi anni su questa sfida così fondamentale la Regione è stata assente. Non c’è stata una vera programmazione strategica, si sono sprecati miliardi di euro, si è persa competitività. È il momento di cambiare, come ho detto oggi all’assemblea di Confagricoltura a Foligno. È il momento di costruire un vero sistema agricolo regionale umbro: vogliamo rendere protagoniste le nostre imprese agricole, scommettere su innovazione e qualità, e favorire la creazione di filiere integrate e competitive ai più alti livelli”.

Hai suggerimenti o correzioni da proporre?
Scrivici a
[email protected]

L'autore: Giuseppe Spadaro

Direttore Responsabile di Termometro Politico. Iscritto all'Ordine dei Giornalisti (Tessera n. 149305) Nato a Barletta, mi sono laureato in Comunicazione Politica e Sociale presso l'Università degli Studi di Milano. Da sempre interessato ai temi sociali e politici ho trasformato la mia passione per la scrittura (e la lettura) nel mio mestiere che coltivo insieme all'amore per il mare e alla musica.
Tutti gli articoli di Giuseppe Spadaro →