Pubblicato il 04/10/2019 Ultimo aggiornamento: 7 Ottobre 2019 alle 17:24

Legge di Bilancio 2020: aumento stipendio 100 euro docenti, parla Gualtieri

autore: Giuseppe Spadaro
Sedie, banchi e lavagna in una classe
Legge di Bilancio 2020: aumento stipendio 100 euro docenti, parla Gualtieri

C’è grandissima attesa intorno alla prossima legge di bilancio. Per capire quali nuove misure entreranno in vigore e se saranno soddisfatte le aspettative crescenti in molti settori del Paese. A pochissima distanza di tempo dall’insediamento del governo Conte bis il ministro dell’Istruzione Lorenzo Fioramonti aveva chiesto 3 miliardi di euro, nella prima manovra utile, per scuola e Università.

Risorse per scuola e istruzione

Ospite della trasmissione Piazza Pulita in onda su La7 il ministro dell’economia Roberto Gualtieri ha affermato con nettezza che i «tre miliardi aggiuntivi in un anno non ci sono». Salvo comunque aggiungere: «se guardate tra le pieghe della Nadef, sono molti i soldi aggiuntivi per l’istruzione». La scuola «deve essere finanziata, ha ragione Fioramonti. Gli ho detto che, per la prima volta, non gliela taglio e ci stiamo mettendo dei soldi in più. Adesso partono i concorsi e c’è un impegno forte per aumentare le risorse».

Legge di Bilancio 2020, aumento degli stipendi?

Immediatamente collegato al tema delle risorse destinate alla scuola, c’è quello dell’aumento degli stipendi agli insegnanti. Una materia a sua volta subordinata al rinnovo del contratto. L’impegno è per aumentare gli stipendi di 100 euro. Lo stesso ministro dell’Economia Gualtieri sull’argomento ha affermato: «c’è già l’accordo per dare 100 euro ai docenti».

Tuttavia un sito specializzato e molto attento a tutto ciò che ruota intorno al mondo della scuola fa notare che «per riconoscere 100 euro di aumento al personale della scuola è necessario almeno un miliardo e mezzo di euro. Ma, una scelta del genere metterebbe immediatamente in agitazione le segreterie confederali dei sindacati che chiederebbero, legittimamente dal loro punto di vista, un analogo trattamento anche per tutti gli altri dipendenti pubblici. E, a quel punto, sarebbero necessari non meno di 4 miliardi, cifra che, al momento attuale, non è certamente nella disponibilità delle casse dello Stato».

Prima di avanzare qualsiasi altra ipotesi, è opportuno attendere i provvedimenti ufficiali della Legge di Bilancio 2020 dell’esecutivo da cui risulteranno chiare non solo le reali intenzioni ma anche quali risorse saranno stanziate e su quali capitoli di spesa.

Autore: Giuseppe Spadaro

Direttore Responsabile di Termometro Politico. Iscritto all'Ordine dei Giornalisti (Tessera n. 149305) Nato a Barletta, mi sono laureato in Comunicazione Politica e Sociale presso l'Università degli Studi di Milano. Da sempre interessato ai temi sociali e politici ho trasformato la mia passione per la scrittura (e la lettura) nel mio mestiere che coltivo insieme all'amore per il mare e alla musica.
Tutti gli articoli di Giuseppe Spadaro →