Pubblicato il 08/10/2019 Ultimo aggiornamento: 10 Ottobre 2019 alle 11:49

Congedo paternità 2020: aumentano i giorni fruibili, la proposta del ministro

autore: Daniele Sforza
Congedo paternità 2020
Congedo paternità 2020: aumentano i giorni fruibili, la proposta del ministro

Nuove misure e agevolazioni per le famiglie al fine di incentivare la natalità. Allo studio del governo ci sono diverse ipotesi e proposte: tra queste spicca l’aumento a 10 giorni del congedo di paternità, ma non solo. Allo studio c’è anche il famigerato assegno unico (se ne parla da un po’), che andrebbe a inglobare tutti i bonus del “pacchetto famiglia” a oggi sparsi un po’ ovunque, senza dimenticare la permanenza del premio nascita. Queste sono solo alcune delle misure allo studio che potrebbero approdare alla prossima Manovra, come riportato dal ministro delle Pari Opportunità Elena Bonetti, in occasione di un incontro a Terrasini.

Congedo paternità 2020 e non solo: le misure previste in Manovra

Il ministro Bonetti ha infatti parlato di un assegno unico “come contributo economico alle famiglie per ciascun figlio dalla nascita all’età adulta”, ma anche di voler ridurre o azzerare la retta per gli asili nido allo scopo ulteriore di aumentare le strutture in alcune Regioni, in particolar modo in quelle zone dove per l’appunto c’è carenza di asili e quindi la domanda supera l’offerta. L’ultima novità comunicata ufficialmente dal ministro è l’aumento dei giorni per il congedo di paternità. Resterebbe nel carnet di misure di incentivo alla natalità e sostegno ai nuclei familiari anche il premio nascita: quest’ultimo attualmente ammonta a 800 euro (è noto anche come bonus mamma domani), ma non è ancora noto se il prossimo anno debba essere modificato o resterà così com’è.

Congedo paternità a 10 giorni lavorativi: la direttiva Ue

Il congedo di paternità aumentato a 10 giorni lavorativi è una proposta che “arriva anche dalla Commissione europea”, ha spiegato il ministro Bonetti. L’obiettivo massimo è per l’appunto quello di raggiungere i 10 giorni e l’auspicio dell’esponente di Italia Viva è che ci si possa arrivare. In ogni caso, come ricorda Studio Cataldi, tutto questo pacchetto di misure segue i dettami della direttiva Ue 2019/1158, secondo la quale i governi degli Stati membri dovranno realizzare pacchetti di misure a sostegno della famiglia (incluso l’allungamento dei giorni del congedo parentale): l’adeguamento sarà obbligatorio entro il 2022.  

Autore: Daniele Sforza

Romano, classe 1985. Dal 2006 scrivo per riviste, per poi orientarmi sulla redazione di testi pubblicitari per siti aziendali. Quindi lavoro come redattore SEO per alcune testate online, specializzandomi in temi quali lavoro, previdenza e attualità.
Tutti gli articoli di Daniele Sforza →