Sondaggi elettorali Euromedia: crescono Italia viva e M5S, giù il Pd

Pubblicato il 9 Ottobre 2019 alle 11:51 Autore: Andrea Turco

Gli ultimi sondaggi elettorali di Euromedia per Porta a Porta vedono il partito di Renzi in buona salute e una Lega che torna a crescere

crocifisso in aula
Sondaggi elettorali Euromedia: crescono Italia viva e M5S, giù il Pd

Sondaggi elettorali Euromedia: secondo la maggioranza relativa degli italiani (48,8%), Matteo Renzi influenzerà gli esiti e le decisioni del governo Conte. A sostenerlo sono gli ultimi sondaggi elettorali elaborati da Euromedia Research per Porta a Porta e andati in onda nella puntata di martedì 8 ottobre. Il 43% del campione intervistato non crede invece che l’ex premier possa influenzare in modo determinante l’agenda di governo.

Le ultime intenzioni di voto Euromedia

Intanto però l’attivismo di Renzi premia il suo partito, Italia Viva, che Euromedia sonda in crescita di un punto al 5,5%. Consenso che il senatore fiorentino ruba al Partito Democratico in calo dello 0,9 al 17,8% (nella tabella riportata poco sotto è presente un errore di battitura). Rimanendo in area governativa, l’istituto guidato da Alessandra Ghisleri segnala il Movimento 5 Stelle in ripresa con un punto guadagnato (19,3%) mentre Liberi e Uguali perde lo 0,4 e si attesta al 2%. In totale l’insieme dei partiti che sostengono il Conte bis ottiene il consenso del 44,6% della popolazione votante in crescita dello 0,7% rispetto alla rilevazione del 2 ottobre.

Nel centrodestra, anche Euromedia come Ixè sonda la Lega in rialzo dello 0,4 al 32%. Forza Italia subisce il sorpasso di Fratelli d’Italia (7,1 contro 7,7%) mentre Cambiamo di Toti è ora allo 0,4%. L’area di centrodestra raccoglie in questo modo il 47,2% dei voti.

Sondaggi elettorali: l’analisi di Alessandra Ghisleri

Secondo la Ghisleri “c’è ancora un 30% di indecisi che stanno ancora cercando di capire come muoversi. Si fidano di questo governo ma non fino in fondo. Infatti la fiducia è del 10% più bassa dei voti raccolti dalla somma dei partiti che compongono il governo giallo rosso. C’è titubanza perché prima si vuole capire quali saranno i veri effetti della manovra. Per quanto riguarda l’opposizione – spiega sempre la Ghisleri – ci sono piccoli smottamenti. Lo sgonfiamento del partito di Toti spiega perché Forza Italia sia ancora data sopra il 7%”.

I partiti minori sono tutti ampiamente sotto la soglia del 3% secondo i sondaggi elettorali di Euromedia. +Europa è all’1,6%, i Verdi all’1,4%, Siamo Europei all’1,5%.

ultimi sondaggi, sondaggi politici elettorali, media sondaggi
sondaggi elettorali euromedia
sondaggi elettorali euromedia, centrodestra
sondaggi elettorali euromedia, altri partiti

Sondaggi elettorali Euromedia: cosa pensano gli italiani della manovra?

Euromedia ha voluto poi sondare l’opinione degli italiani circa la manovra economica che il governo sta mettendo a punto in questi giorni. Per il 27,5% la finanziaria “aumenterà le tasse ai soliti” mentre per il 13,9% si tratta di una manovra “elettorale“. Secondo il 10% “sistemerà i conti pubblici del nostro Paese“. Per il 9,7% “rilancerà l’economia italiana” mentre per il 9,6% la “distruggerà“. Infine il 12,1% ritiene che la manovra “lascerà un po’ di soldi in tasca a lavoratori, partite iva ed imprese“.

“È interessante notare che la somma delle sensazioni positive fa il 30%, ovvero la percentuale di chi dice di fidarsi di questo governo – evidenzia Ghisleri – Per la maggioranza degli elettori di centrodestra, la manovra aumenterà le tasse ai soliti. Scenario che trova d’accordo anche un elettore dem su quattro. Buona parte degli elettori di Forza Italia è d’accordo nell’affermare che la finanziaria impostata dal governo è una manovra elettorale. Chi vota Movimento 5 Stelle e sinistra sostiene che la manovra lasci un po’ di soldi in tasca alle partite iva. Per gli elettori di Pd e Italia viva la manovra sistemerà i conti pubblici del Paese”.

renzi influenzerà il governo?
la manovra economica

Infine, l’ultimo cartello di Euromedia è dedicato al crocefisso in aula. Il 62,5% degli italiani è favorevole a tenerlo appeso nelle aule scolastiche, contrario il 26,3%.

crocifisso in aula
fonte: euromedia

Nota metodologica

Data o periodo in cui è stato realizzato il sondaggio: dal 7 all’8 ottobre. Campione casuale nazionale rappresentativo della popolazione italiana maggiorenne secondo genere, età, livello di scolarità, area geografica di
residenza, dimensione del comune di residenza. (800 interviste): 800 intervistati (interviste valide) – numero dei non rispondenti/rifiuti all’intervista: 1.091 – totale contatti effettuati: 1.891. Il margine di errore relativo ai risultati del sondaggio (livello di rappresentatività del campione del 95%) è +/- 3.5% per i valori percentuali relativi al totale degli intervistati (800 casi). Metodo raccolta delle informazioni: Interviste telefoniche – metodologia C.A.T.I.-C.A.M.I.

Segui Termometro Politico su Google News

Hai suggerimenti o correzioni da proporre?
Scrivici a
[email protected]

L'autore: Andrea Turco

Classe 1986, dopo alcune esperienze presso le redazioni di Radio Italia, Libero Quotidiano e OmniMilano approda a Termometro Politico.. Dal gennaio 2014 collabora con il portale d'informazione Smartweek. Su Twitter è @andreaturcomi
Tutti gli articoli di Andrea Turco →