Pubblicato il 09/10/2019 Ultimo aggiornamento: 10 Ottobre 2019 alle 22:12

Concorso Inail 2019: 1500 posti in scadenza, il bando Ripam

autore: Guglielmo Sano
impiegati in ufficio
Concorso Inail 2019: 1500 posti in scadenza, il bando Ripam

Concorso Inail, Inl e Ministero del Lavoro nel quadro del progetto di Riqualificazione delle Pubbliche Amministrazioni (Ripam): sta per scadere il tempo per candidarsi alle selezioni volte all’assunzione di 1.514 risorse in ruoli non dirigenziali a tempo indeterminato.

Concorso Inail, Inl e Ministero del Lavoro: i posti in palio

Come si diceva, i posti a disposizione tramite il prossimo concorso Inail, Ispettorato del Lavoro e Ministero del Lavoro sono 1.514. Questi saranno divisi come segue: 691 posti per ispettori del lavoro presso l’INL (64 riservati al personale interno di ruolo), inquadramento economico Area III-F1, tredici mensilità da 1.857,67 euro lordi; 131 posti per funzionari amministrativi (contenziosi giuridici)  presso l’INL (13 posti riservati al personale interno), inquadramento economico Area III-F1, tredici mensilità da 1.857,67 euro lordi; 635 posti per funzionari amministrativi presso l’Inail (127 riservati al personale interno di ruolo), inquadramento economico Are C livello C1, tredici mensilità da 1.695,34 euro lordi; 57 posti per funzionari amministrati (contenziosi giuridici) presso il Ministero del Lavoro (6 posti riservati al personale interno), inquadramento economico Area III-F1, tredici mensilità da 1.857,65 euro al mese.

Concorso scuola 2020 per 24 mila precari. Accordo Miur-Sindacati

Concorso Inail, Inl, MLPS: requisiti, prove e domanda

Per potersi candidare è necessario il possesso, oltre dei requisiti richiesti solitamente nelle selezioni per la PA, la laurea in Giurisprudenza, o Scienza delle Amministrazioni Pubbliche, Scienze Politiche e delle Relazioni internazionali, Scienze dell’amministrazione e dell’organizzazione o Scienze dei servizi giuridici.

Previste, oltre a una prova scritta preselettiva, una prova scritta e un colloquio orale. La preselettiva consisterà in un test – uguale per tutti i profili – con 60 quesiti a risposta multipla, 60 minuti a disposizione, su argomenti di diritto e amministrazione (40 quesiti riguarderanno e testeranno le capacità logico-deduttive dei candidati). Chi supererà la preselezione, accederà alla prova scritta che come il colloquio orale avrà argomenti diversi a seconda del profilo per cui ci si candida.

Per partecipare al concorso è possibile presentare domanda, esclusivamente attraverso la piattaforma online Step One 2019, entro l’11 ottobre 2019.

Autore: Guglielmo Sano

Nato nel 1989 a Palermo, si laurea in Filosofia della conoscenza e della comunicazione per poi proseguire i suoi studi in Scienze filosofiche a Bologna. Giornalista pubblicista dal 2018 (Odg Sicilia), si occupa principalmente di politica e attualità. Cura la sezione esteri per Termometro Politico
Tutti gli articoli di Guglielmo Sano →