Sondaggi elettorali Swg: in calo PD e M5S, crescono Lega e Fratelli d’Italia

Pubblicato il 21 Ottobre 2019 alle 21:24
Aggiornato il: 23 Ottobre 2019 alle 21:34
Autore: Gianni Balduzzi
sondaggi elettorali
Sondaggi elettorali Swg, in calo PD e M5S, crescono Lega e Fratelli d’Italia

È finita la già non travolgente luna di miele della maggioranza giallo-rossa con gli italiani? A vedere gli ultimi sondaggi elettorali di Swg per il Tg di La7 sembrerebbe proprio di sì. Tre partiti dei quattro che appoggiano il Conte bis risultano in calo. In particolare il calo riguarda i due principali azionisti: PD e Movimento 5 Stelle.

Solo Italia Viva di Matteo Renzi gode di una piccola crescita.

Certamente la sua importanza ce l’ha l’esposizione mediatica che sia l’ex premier che l’opposizione hanno avuto gli ultimi giorni. Il primo con la Leopolda, la prima da leader di un partito autonomo dal PD. La seconda con la manifestazione di Roma che ha riunito Salvini, Meloni e Berlusconi. Con quest’ultimo pure in leggero recupero. E poi con la sfida da Vespa della scorsa settimana.

Probabilmente si tratta soprattutto di un recupero rispetto all’astensione, che infatti è in forte decremento. Stanno tornando verso il centrodestra, che ora sfiora il 50%, elettori che dopo la crisi di governo forse erano rimasti disorientati. La Lega infatti è ormai vicina ai dati delle europee, mentre Fratelli d’Italia li supera.

Anche il Movimento 5 Stelle è vicino ai numeri del 26 maggio, ma certo per i 5 Stelle non può essere una buona notizia, essendo un record negativo quello raggiunto alle europee.

Ma vediamo i numeri degli ultimi sondaggi elettorali di Swg, realizzati con metodo CATI-CAMI-CAWI su un campione di 1500 soggetti tra il 16 e il 21 ottobre 2019.

Sondaggi elettorali Swg, centrodestra al 49,2%, Lega al 34%

Il centrodestra nel complesso avanza dell’1,7% in una settimana andando al 49,2%. Il merito maggiore è di Lega e Fratelli d’Italia, entrambi in incremento dello 0,8%.

Il partito di Salvini va al 34%. Quello di Giorgia Meloni all’8,4%, vicino a quello che era il livello di Forza Italia alle europee. Ora la forza di Berlusconi è solo al 5,5%, ma anche in questo caso vi è un miglioramento sulla scorsa settimana, di quattro decimi.

Non decolla invece Cambiamo! di Toti, che perde lo 0,3% e si porta all’1,%.

I partiti della maggioranza invece arretrano dell’1,4% andando al 44,8%. Il Movimento 5 Stelle subisce il calo maggiore, perdendo otto decimi e scivolando al 17,8%. Il PD è un punto più sopra ma lascia sul terreno lo 0,6%. Giù, del 0,3%, anche la Sinistra e MDP, ora al 2,8%.

Buone notizie solo per Italia Viva, che guadagna lo 0,3% e va al 5,6%.

Stabili poi i Verdi all’1,9%, mentre è in leggera diminuzione +Europa all’1,8%, in discesa di un decimo. Le liste minori scendono di uno 0,2% e vanno al 2,1%. L’astensione è appunto in forte calo, al 33%, il 3% in meno della scorsa settimana

ultimi sondaggi, sondaggi politici elettorali, media sondaggi
sondaggi elettorali
Da TgLa7
sondaggi elettorali
Da TgLa7

Hai suggerimenti o correzioni da proporre?
Scrivici a
[email protected]

L'autore: Gianni Balduzzi

Editorialista di Termometro Politico, esperto e appassionato di economia, cattolico- liberale, da sempre appassionato di politica ma senza mai prenderla troppo seriamente. "Mai troppo zelo", diceva il grande Talleyrand. Su Twitter è @Iannis2003
Tutti gli articoli di Gianni Balduzzi →