Truffa tasse contro anziani: falsi funzionari comunali, le fasi dell’inganno

Pubblicato il 23 Ottobre 2019 alle 11:03 Autore: Daniele Sforza

Nuova truffa tasse ai danni di persone anziane. Accade a San Giorgio a Cremano, ecco come funziona e l’alert lanciato dal sindaco.

Truffa tasse contro anziani
Truffa tasse contro anziani: falsi funzionari comunali, le fasi dell’inganno

Una truffa che ha a che vedere con le tasse e con vecchi tributi non pagati. Tutto falso, ovviamente, ma il target sono le persone anziane, le quali spesso, intimorite dall’arrivo di una multa più salata, pagano. I truffatori invece si vestono eleganti, in giacca e cravatta, fingendosi funzionari comunali: bussano alle porte delle case dove vivono persone anziane per riscuotere vecchi tributi, con cifre che a volte arrivano e superano anche i 1000 euro. Sta succedendo a San Giorgio a Cremano e il sindaco Giorgio Zinno ha già lanciato l’allerta.

Truffa tasse contro anziani: l’allarme del sindaco

“Stanno girando truffatori che si spacciano per dipendenti del Comune e si fanno consegnare denaro, per lo più da anziani, affermando di dover riscuotere vecchi tributi non pagati, pena il pagamento di una multa”, questo il messaggio di allerta lanciato su Facebook da parte dl sindaco del comune di San Giorgio a Cremano, Giorgio Zinno, che fa sapere anche che tali delinquenti arrivano a chiedere anche fino a 1000 euro. “Non aprite a nessuno!” intima il sindaco. “Anche se presentano un cartellino del Comune. Nessun ente invia propri dipendenti presso le abitazioni private per riscuotere denaro”. Inoltre, il sindaco sollecita le persone che potrebbero ritrovarsi vittime di questa truffa a contattare le forze dell’ordine, che peraltro sono state già allertate sulla questione, in caso di dubbi.

“Dobbiamo impedire che questi casi diventino un’emergenza sociale”, conclude Zinno. “Questi delinquenti sono specialisti della truffa ma noi possiamo prevenire il fenomeno perché nella nostra città non attecchisce neanche questo tipo di atto criminale”.

Truffa call center Tim: finti addetti aziendali, come si comportano

Si sono registrati circa un centinaio di casi nell’ultimo trimestre nel Vesuviano, segno di un’ampia diffusione della truffa nella zona. Solo la scorsa settimana, infatti, sono stati segnalati un caso a San Giorgio e un altro a Portici, senza che però il raggiro abbia avuto esito positivo. Numerose le segnalazioni alle forze dell’ordine, tra cui Polizia, Carabinieri e Guardia di Finanza.

Segui Termometro Politico su Google News

Hai suggerimenti o correzioni da proporre?
Scrivici a
[email protected]

L'autore: Daniele Sforza

Romano, classe 1985. Dal 2006 scrivo per riviste, per poi orientarmi sulla redazione di testi pubblicitari per siti aziendali. Quindi lavoro come redattore SEO per alcune testate online, specializzandomi in temi quali lavoro, previdenza e attualità.
Tutti gli articoli di Daniele Sforza →