Maturità 2020: traccia storia obbligatoria, annuncio di Fioramonti

Pubblicato il 29 Ottobre 2019 alle 11:32
Aggiornato il: 2 Novembre 2019 alle 08:50
Autore: Daniele Sforza
Libreria di una biblioteca

Nell’esame di Maturità 2020 tornerà la traccia di storia. A dare l’annuncio ufficiale il ministro dell’Istruzione Lorenzo Fioramonti, prima in un’intervista a Repubblica, poi sulla sua pagina Facebook. “Ho una bella notizia da darvi”, ha scritto il ministro sul social network. “Come promesso torna la traccia di Storia alla Maturità. È il primo passo di un percorso che rafforzerà lo studio di questa disciplina nelle scuole di ogni ordine e grado”.  

Maturità 2020: torna il tema di Storia

Durante il Governo Conte I, infatti, era stato deciso di abolire la traccia storica dall’esame di Maturità 2019. Tuttavia tale decisione aveva sollevato diverse polemiche e critiche da parte di intellettuali e professionisti della materia: un dissenso che poi è confluito in uno speciale Manifesto firmato da diversi esponenti della cultura, tra cui Andrea Camilleri e Liliana Segre. Proprio sull’ondata di queste reazioni, il ministro Fioramonti ha deciso per una reintroduzione della traccia nel tema di Maturità. “La traccia storica sarà ripristinata nelle prove scritte della Maturità. Non potevo ignorare il Manifesto firmato da una parte rilevante della società italiana. E ne ho condiviso la preoccupazione di fondo: solo la conoscenza del passato può permetterci di costruire il futuro”.

Film Halloween 2019, cinema e Netflix: ecco quali vedere

Maturità 2020: tema storico obbligatorio

Ci sarà dunque una novità, che di fatto è un ritorno al passato, nell’esame di Maturità 2020: la traccia storica. “Siamo riusciti a reintrodurla sotto la prova di tipo B”, ha spiegato il ministro, “che prevede l’analisi e la produzione di un testo argomentativo. La nostra nuova clausola dispone che una delle tre tracce incluse nella prova di tipo B sia obbligatoriamente dedicata alla storia”. Prima si poteva scegliere se mettere al posto della traccia di storia una di filosofia, o di economia, o di tecnica, letteratura e arte, mentre dal 2020 il tema storico sarà obbligatorio.

Bonus cultura diciottenni 2020: novità, importo e come prenderlo

Ci sarà un aumento delle ore di insegnamento sulla materia?

Nei piani del ministro Fioramonti c’è anche un focus sull’insegnamento della materia storica. “Ho chiesto un tavolo di confronto perché tutti i vari cicli vengano integrati in un disegno unitario. Nell’ultimo anno il Novecento deve acquistare centralità, ma non può essere trascurato il percorso storico precedente”. Tuttavia non sarà previsto un aumento delle ore dedicato alla materia. “Questo è un argomento spinoso”, ha detto Fioramonti. “Per ora cerchiamo di utilizzare al meglio le ore che già ci sono, magari valorizzando la conoscenza storica come asse portante di tutte le discipline scolastiche”.

Hai suggerimenti o correzioni da proporre?
Scrivici a
[email protected]

L'autore: Daniele Sforza

Romano, classe 1985. Dal 2006 scrivo per riviste, per poi orientarmi sulla redazione di testi pubblicitari per siti aziendali. Quindi lavoro come redattore SEO per alcune testate online, specializzandomi in temi quali lavoro, previdenza e attualità.
Tutti gli articoli di Daniele Sforza →