Auto aziendali e plastic tax dimezzate in manovra 2020: come cambiano

Pubblicato il 6 Novembre 2019 alle 16:17
Aggiornato il: 7 Novembre 2019 alle 22:59
Autore: Daniele Sforza
Auto aziendali e plastic tax
Auto aziendali e plastic tax dimezzate in manovra 2020: come cambiano

Nuove tasse nella Manovra 2020: stiamo parlando dell’imposta sulle auto aziendali e della plastic tax, oltre alla sugar tax, tutte inserite nel testo della bozza della Legge di Bilancio 2020. Ma da un momento all’altro le cose potrebbero già cambiare e infatti delle modifiche potrebbero già arrivare nella discussione parlamentare, ma solo sulle auto aziendali e sulla plastic tax. Non si parlerà invece della sugar tax, che dovrebbe restare così com’è. Andiamo a scoprire gli ultimi aggiornamenti a riguardo.

Tassa sulle auto aziendali: cosa cambia nel 2020

Riguardo l’imposta sulle auto aziendali se ne parla da un po’ di tempo e diverse modifiche sono subentrate in corso d’opera. Inizialmente si era parlato di una tassa applicata su tutte le auto aziendali. Poi si era deciso di premiare le auto pulite, quindi quelle ibridi ed elettriche, e quelle utilizzate a uso promiscuo da agenti di vendita e rappresentanti di commercio, attraverso uno sconto dell’imposta. Ma in queste ultime ore si parla addirittura di un dimezzamento (o perfino azzeramento) della tassa. Ci sarebbe però un problema di risorse, visto che l’intervento sulle auto aziendali avrebbe un valore di 332 milioni di euro nel 2020 per poi salire gradualmente al 2022, fino ai 378 milioni. Risorse che da qualche parte bisognerà obbligatoriamente recuperare. A maggior ragione se in tutto questo si dovesse intervenire anche sulla plastic tax.

Plastic tax: le ultime novità

Si era parlato di uno slittamento a luglio 2020 per l’introduzione della plastic tax, ovvero l’imposta sugli imballaggi in plastica tanto cara al Movimento 5 Stelle, ma invisa dagli industriali ed a alcuni esponenti di governo (vedi Italia Viva). Le ultime notizie a riguardo, come rivelano fonti di Adnkronos, parlano della possibilità di modulare la tassa sulla plastica solo sul fronte della tempistica, perché sotto l’aspetto strutturale non è possibile fare meglio. “La plastic tax funziona, è strutturata nel miglior modo possibile”, affermano fonti del Ministero dell’Economia. Sull’ulteriore slittamento, però, non tutti sono d’accordo e ci sarà da discutere.

Hai suggerimenti o correzioni da proporre?
Scrivici a
[email protected]

L'autore: Daniele Sforza

Romano, classe 1985. Dal 2006 scrivo per riviste, per poi orientarmi sulla redazione di testi pubblicitari per siti aziendali. Quindi lavoro come redattore SEO per alcune testate online, specializzandomi in temi quali lavoro, previdenza e attualità.
Tutti gli articoli di Daniele Sforza →