Reddito di cittadinanza: scoperto pasticciere in nero, la vicenda a Trapani

Pubblicato il 9 Novembre 2019 alle 17:48 Autore: Guglielmo Sano
Banconote di vari tagli
Reddito di cittadinanza: scoperto pasticciere in nero, la vicenda a Trapani

I casi di truffatori del Reddito di cittadinanza tengono banco sulle pagine di cronaca: l’ultimo di una lunga serie riguarda un uomo che percepiva il beneficio mentre esercitava “abusivamente” la professione di pasticcere.

Reddito di cittadinanza: finta separata con reddito 120mila euro, la storia

Reddito di cittadinanza: un altro truffatore in Provincia di Trapani

È stata la Guardia di Finanza stavolta a scoprire un altro truffatore del Reddito di Cittadinanza a Salinagrande, provincia di Trapani: si tratta di un beneficiario della misura di sostegno al reddito, che percepiva nella misura di 700 euro, che però in casa aveva messo su un vero e proprio laboratorio di pasticceria, ovviamente abusivo, insieme alla moglie. Le fiamme gialle gli hanno quindi sequestrato ben 160 chili di prodotti dolciari, a quanto pare, già pronti per essere venduti.

RdC: scoperto falso avente diritto con la Porsche

Reddito di cittadinanza: pasticcere “a nero” prendeva 700 euro al mese

Sempre i militari hanno poi diffuso alcuni particolari sul caso trapanese; l’uomo in passato aveva lavorato regolarmente come pasticcere ma aveva dovuto chiudere la sua attività nel 2000. Sin da giugno, aveva fatto regolare richiesta per il RdC; constatata la sussistenza dei requisiti necessari a ricevere l’assegno, il beneficio gli era stato concesso a partire dallo scorso giugno, come si diceva, nella misura di 700 euro al mese.

Quanto guadagna Fiorello: stipendio e patrimonio del comico-presentatore

Ad aggravare la sua posizione il fatto che il laboratorio dolciario abusivo contravvenisse alle normative e disposizioni in materia igienico-sanitaria. Il trapanese è stato quindi denunciato per violazione delle norme poste a tutela della pubblica salute e di quelle relative alla produzione ed il commercio delle sostanze alimentari; oltre alla dichiarazione del falso in sede di richiesta all’Inps del Reddito di cittadinanza, la GdF ha dato il via all’accertamento dell’evasione fiscale condotta attraverso l’attività commerciale abusiva. In pratica, sono in arrivo grossi guai per l’uomo mentre è già scattata la decadenza della misura assistenziale.

Hai suggerimenti o correzioni da proporre?
Scrivici a
[email protected]

L'autore: Guglielmo Sano

Nato nel 1989 a Palermo, si laurea in Filosofia della conoscenza e della comunicazione per poi proseguire i suoi studi in Scienze filosofiche a Bologna. Giornalista pubblicista dal 2018 (Odg Sicilia), si occupa principalmente di politica e attualità. Cura la sezione esteri per Termometro Politico
Tutti gli articoli di Guglielmo Sano →