Bollo auto 2019: prescrizione fino al 2016 in arrivo. La scadenza

Pubblicato il 13 Novembre 2019 alle 09:00
Aggiornato il: 14 Novembre 2019 alle 13:49
Autore: Daniele Sforza
Bollo auto 2019 prescrizione 2016
Bollo auto 2019: prescrizione fino al 2016 in arrivo. La scadenza

Ultime notizie sul bollo auto 2019: può essere utile ricordare che in caso di mancato pagamento del bollo quest’anno, la riscossione potrà avvenire fino al 31 dicembre 2022. Dal 1° gennaio 2023, infatti, cadranno i termini di prescrizione e un’eventuale richiesta di pagamento inoltrata dopo la data citata sarà nulla: il contribuente non dovrà pagare più nulla perché è intervenuta la prescrizione. E proprio in virtù di questi termini, proprio in questo periodo il fisco sta effettuando i dovuti accertamenti sul bollo auto non pagato nel 2016. Si ricorda infatti che per l’imposta non pagata quell’anno, si ha tempo fino al 31 dicembre 2019 per chiederne la riscossione.

Bollo auto 2019: i tempi di prescrizione

Una precisazione sulle tempistiche di richiesta prima della prescrizione. È possibile che il contribuente riceva la notifica dopo il 1° gennaio, ma in quel caso bisogna verificare la data dell’invio della comunicazione. Qualora quest’ultima sia antecedente al 1° gennaio e quindi risalga entro i termini del 31 dicembre 2019, allora la richiesta sarà valida. Se l’invio è stato effettuato dopo, la richiesta sarà considerata nulla. Si ricorda infatti che il bollo auto si prescrive in 3 anni: anni che partono dall’anno successivo a quello del pagamento. Ed è proprio in questo lasso di tempo che deve essere inviata la comunicazione per sollecitare la regolarizzazione e la riscossione dell’imposta dovuta: fa fede la data dell’invio della notifica e non la sua ricezione.

Tassa più salata con il “protocollo di Torino”?

Controlli a tappeto negli ultimi mesi dell’anno

È sufficiente un semplice avviso per interrompere la prescrizione e farla ripartire da zero. Ma i contribuenti che non sono in regola con il pagamento del bollo auto 2016 non potranno dormire sonni tranquilli fino al nuovo anno (e quelli non in regola con il bollo auto 2019 potranno aspettarsi una notifica fino alla fine del 2023). Come scritto sopra, negli ultimi mesi dell’anno il fisco si concentra sulle imposte non pagate che cadono in prescrizione. È dunque presumibile ipotizzare che nelle prossime settimane siano aperti ufficialmente accertamenti nei confronti dei contribuenti non in regola con il versamento del bollo auto.

Hai suggerimenti o correzioni da proporre?
Scrivici a
[email protected]

L'autore: Daniele Sforza

Romano, classe 1985. Dal 2006 scrivo per riviste, per poi orientarmi sulla redazione di testi pubblicitari per siti aziendali. Quindi lavoro come redattore SEO per alcune testate online, specializzandomi in temi quali lavoro, previdenza e attualità.
Tutti gli articoli di Daniele Sforza →