Sondaggi politici Noto: la forza elettorale delle Sardine

Pubblicato il 26 Novembre 2019 alle 08:39 Autore: Andrea Turco
sondaggi politici noto

Sondaggi politici Noto: la forza elettorale delle Sardine

Le Sardine ci hanno preso gusto. Dopo aver riempito piazza Maggiore a Bologna e piazza Grande a Modena, ieri (25 novembre) migliaia di cittadini hanno “invaso” piazza Duomo a Parma. Anche qui la folla ha intonato Bella Ciao ma anche l’Inno di Mameli e lanciato il solito slogan, il nome della città seguito dalla frase “non si lega”. A loro ha dato il benvenuto il sindaco Federico Pizzarotti: “Care Sardine, benvenute a Parma, siete 10 mila. Fate sentire alta e solenne la voce di una città libera in una terra libera. Perché nessuno può venire in Emilia-Romagna e insegnare a noi cos’è la libertà”.

Il successo riscosso dalle Sardine, un movimento nato “in appena quattro giorni” come spiegano i fondatori, tutti giovanissimi, preoccupa il leader della Lega Matteo Salvini. Che intanto usa l’arma dell’ironia per controbattere al neo movimento proclamatosi anti populista nel suo manifesto.

L’impatto mediatico delle Sardine ha portato gli istituti demoscopici ad interessarsi della cosa. Tra questi Noto che al movimento ha dedicato gli ultimi sondaggi politici per QN.

Secondo la rilevazione, effettuata il 22 novembre, le Sardine hanno un potenziale elettorale del 15%. Di questi il 10% dichiara che le voterebbe certamente qualora si candidassero mentre il 5% le prenderebbe in considerazione. Ad avvantaggiarsene, in questo caso, sarebbe il centrosinistra.

I quattro fondatori, infatti, hanno dichiarato espressamente di ispirarsi ai valori che provengono da quell’area. E ad averlo intuito sono anche gli italiani: il 42% li etichetta come un movimento di centrosinistra e un altro 31% di estrema sinistra.

Ad oggi, stando ai sondaggi politici Noto, le Sardine riscontrano la fiducia di solo il 26% della popolazione italiana (il 37% si astiene dal dare un giudizio). Il 54% degli intervistati è convinto che dall’Emilia questo movimento si estenderà in tutta Italia. Processo che potrebbe, a questo punto, far suonare più di un campanello d’allarme nella war room di Salvini che non aveva messo a preventivo questo fenomeno.

Secondo i sondaggi politici Index per Piazza Pulita andati in onda il 22 novembre, il 43,6% degli italiani ritiene le proteste di piazza il nemico più pericoloso per il leader della Lega. Più di Pd (14,4%), Renzi (12,2%) M5S (10,9%) e Conte (8,4%).

Sondaggi politici Noto: nota metodologica

Nota informativa ai sensi dell’art.4 del Regolamento AGCOM – delibera n.256/10/CSP. Data di realizzazione del sondaggio: 22/11/2019. Committente: Quotidiano Nazionale. Campione: Panel Omnibus rappresentativo della popolazione italiana maggiorenne. Tecnica di somministrazione delle interviste. Cawi: Consistenza numerica del campione: mille. Rispondenti (in %: 93%).

Hai suggerimenti o correzioni da proporre?
Scrivici a
[email protected]

L'autore: Andrea Turco

Classe 1986, dopo alcune esperienze presso le redazioni di Radio Italia, Libero Quotidiano e OmniMilano approda a Termometro Politico.. Dal gennaio 2014 collabora con il portale d'informazione Smartweek. Su Twitter è @andreaturcomi
Tutti gli articoli di Andrea Turco →