Bonus lezioni private 2020: reddito Isee non oltre i 50 mila euro

Pubblicato il 26 Novembre 2019 alle 13:31 Autore: Daniele Sforza
Bonus lezioni private 2020
Bonus lezioni private 2020: reddito Isee non oltre i 50 mila euro

Nel 2020 le famiglie potrebbero scaricare anche le ripetizioni scolastiche per i figli minorenni. Si tratta del bonus lezioni private, che potrebbe ritagliarsi un posto nella prossima Legge di Bilancio. In sintesi il bonus consisterebbe in una detrazione del 19% sulle spese sostenute dalle famiglie per le ripetizioni scolastiche dei propri figli under 18. Non tutti però potranno avere diritto a questa detrazione fiscale: i beneficiari, infatti, saranno solo quei nuclei familiari il cui Isee annuo non sia superiore a 50 mila euro. Inoltre ci sono anche altre condizioni da rispettare per ottenere il bonus.

Bonus lezioni private 2020: come funziona

Il bonus lezioni private 2020 fa parte di un correttivo al DL Fiscale firmato da Carla Ruocco (M5S) e s’introduce nel concetto chiave che permea tutta la Legge di Bilancio 2020, ovvero la lotta all’evasione fiscale. Il bonus ha infatti il fine di contrastare il nero, molto presente in questo settore. La finalità di questo provvedimento, come scrive Il Sole 24 Ore, è infatti quella di “chiudere il cerchio del contrasto di interessi avviato con la manovra dello scorso anno”, che prevedeva un’aliquota agevolata del 15% da applicare ai compensi dei docenti impegnati nel fornire ripetizioni scolastiche agli studenti.

Ecobonus conto corrente in Legge di Bilancio 2020: ecco gli sgravi

Bonus lezioni private 2020: requisiti e condizioni

Tuttavia, per ottenere il beneficio economico sarà necessario rispettare alcune condizioni ben precise. Come abbiamo già scritto, i nuclei familiari che vogliono avvalersi di questa detrazione dovranno avere un Isee annuo non superiore a 50 mila euro. La seconda importante condizione è che le ripetizioni scolastiche siano effettuate da docenti titolari di cattedre in scuole di ogni ordine e grado. Sostanzialmente, la detrazione non spetterà a tutti quei ragazzi under 18 che si fanno aiutare da studenti universitari o da qualsiasi altra persona non titolare di cattedra.

Hai suggerimenti o correzioni da proporre?
Scrivici a
[email protected]

L'autore: Daniele Sforza

Romano, classe 1985. Dal 2006 scrivo per riviste, per poi orientarmi sulla redazione di testi pubblicitari per siti aziendali. Quindi lavoro come redattore SEO per alcune testate online, specializzandomi in temi quali lavoro, previdenza e attualità.
Tutti gli articoli di Daniele Sforza →