Ecobonus conto corrente in Legge di Bilancio 2020: ecco gli sgravi

Pubblicato il 26 Novembre 2019 alle 12:27 Autore: Guglielmo Sano
facciata casa
Ecobonus conto corrente in Legge di Bilancio 2020: ecco gli sgravi

Nel corso del processo di correzione del Decreto fiscale collegato alla prossima manovra potrebbe essere modificato il meccanismo di riconoscimento dell’ecobonus, l’agevolazione fiscale per la riqualificazione energetica degli immobili.

Ecobonus: superare lo sconto in fattura

Presto potrebbero essere introdotte delle nuove modalità di riconoscimento dell’ecobonus per superare le problematiche legate allo sconto in fattura. Attualmente, chi effettua dei lavori di riqualificazione energetica, in alternativa alla detrazione dal 50% all’85% della spesa sostenuta da spalmare in 10 anni, può richiedere di usufruire di uno sconto direttamente nelle fatture delle imprese che realizzano i lavori; queste poi potranno farsi rimborsare dall’Erario in 5 anni sotto forma di credito di imposta.

Legge di Bilancio 2020: bonus e detrazioni casa confermati e aboliti

Questo meccanismo, secondo buona parte delle associazioni dell’edilizia, penalizza le piccole imprese che non hanno la possibilità di anticipare ai clienti le somme dovute per il bonus.

Accredito diretto sul conto corrente

Quindi, anche per andare incontro alle piccole imprese, si vuole prevedere l’accredito della somma spettante per i lavori di riqualificazione energetica direttamente su conto corrente. Se avverrà una correzione del decreto fiscale in questo senso, sarà comunque possibile optare per la riscossione del bonus sotto forma di detrazione fiscale.

Bonus facciate condominiali 2020: importo detrazioni e quali sono le novità

In pratica, lo sconto in fattura così come la possibilità di usufruire del bonus sotto forma di cessazione del credito non scompariranno: l’accredito su conto corrente e la detrazione sarebbero modalità di riconoscimento alternative nel caso in cui alla fine l’apposito emendamento venisse approvato al momento della conversione legislativa del decreto fiscale.

Esondazione Ticino a Pavia 25 novembre 2019: cause e danni stradali

Dunque, è ancora presto per conoscere i tempi previsti per l’accredito, per esempio: comunque dovrebbero essere definite dall’Agenzia delle Entrate; detto ciò, la detrazione dovrebbe rimanere su base decennale, anche le percentuali di rimborso dovrebbero restare le stesse.   

Hai suggerimenti o correzioni da proporre?
Scrivici a
[email protected]

L'autore: Guglielmo Sano

Nato nel 1989 a Palermo, si laurea in Filosofia della conoscenza e della comunicazione per poi proseguire i suoi studi in Scienze filosofiche a Bologna. Giornalista pubblicista dal 2018 (Odg Sicilia), si occupa principalmente di politica e attualità. Cura la sezione esteri per Termometro Politico
Tutti gli articoli di Guglielmo Sano →