Festa dell’Immacolata Concezione 2019: data, perché si festeggia e riti

Pubblicato il 6 Dicembre 2019 alle 15:42
Aggiornato il: 3 Gennaio 2020 alle 18:46
Autore: Daniele Sforza

Domenica 8 dicembre 2019 è la Festa dell’Immacolata Concezione: cosa si festeggia esattamente e perché? Ecco le tradizioni di questo giorno.

Festa dell'Immacolata Concezione 8 dicembre 2019
Festa dell’Immacolata Concezione 2019: data, perché si festeggia e riti

Domenica 8 dicembre 2019 si festeggia l’Immacolata Concezione. Ma cosa ci racconta esattamente questa festività religiosa? L’Immacolata Concezione risponde a un dogma cattolico che fu proclamato da Papa Pio IX l’8 dicembre del 1854 con la bolla Ineffabilis Deus. Con questa si decretava come la Vergine Maria fosse stata preservata dal peccato originale fin dal suo concepimento. A differenza di tutti gli altri uomini, nati nel peccato originale, la Vergine Maria ne era immune, per poter ospitare nel suo grembo il Figlio, Dio e poi uomo. Nel Vangelo si parla di una Maria Immacolata in quanto la si definisce “Gratia plena”, ovvero “piena di grazia”, da intendersi in senso lato, laddove la grazia, per l’appunto, coincide con l’assoluta purezza determinata dalla totale mancanza di peccato originale.

Festa dell’Immacolata Concezione: la Storia

La Storia vuole che Pio IX fece una promessa di istituire questo giorno di festività religiosa, mentre era esiliato a Gaeta, durante la Seconda Repubblica Romana, che come ben sappiamo era massonica e anticristiana. Il pontefice fece così un voto: se fosse tornato a Roma e l’ordine cristiano fosse stato ripristinato nell’Europa che in quel momento era scombussolata da rivoluzioni, si sarebbe impegnato nell’attuare la proclamazione del dogma mariano. Non fu però un semplice voto, perché Papa Pio IX confessò in un secondo momento di aver fatto questa promessa perché mosso e spinto da un’esigenza interiore, quasi una vocazione.

Pelle sintetica hi-tech: la nuova frontiera della realtà virtuale

8 dicembre 2019: Immacolata Concezione e II Domenica d’Avvento

L’Immacolata Concenzione (Immacolata e Concetta sono due nomi femminili che simboleggiano la devozione alla Vergine Maria) si inserisce così nelle festività natalizie, tra le Domeniche dell’Avvento e l’attesa della venuta del Messia. Quest’anno tale giorno coincide con la II Domenica d’Avvento e in genere le feste dedicate a Maria non hanno preminenza sulle domeniche di Quaresima o Avvento. Come riporta Famiglia Cristiana, però, vista la grande devozione degli italiani nei confronti della Madonna, “il cardinale Gualtiero Bassetti, arcivescovo di Perugia-Città della Pieve e presidente della Conferenza Episcopale Italiana, a nome dei vescovi italiani, ha chiesto che, eccezionalmente per quest’anno, la Chiesa italiana possa comunque festeggiare il giorno 8 dicembre l’Immacolata Concezione di Maria”. La Congregazione per il Culto Divino e la Disciplina dei Sacramenti ha accolto la richiesta, “raccomandando, però, per custodire il senso celebrativo anche dell’Avvento, che la Liturgia delle Ore rimanga quella della II Domenica d’Avvento”.

Album in uscita a dicembre 2019: titoli, autori e testi principali. Le date

Festa dell’Immacolata Concezione: la tradizione

Tradizione vuole che il Papa si rechi a Piazza Mignanelli, accanto a Piazza di Spagna, per deporre i fiori al monumento dell’Immacolata, che fu inaugurato e benedetto l’8 dicembre del 1957, sempre da Papa Pio IX. Il primo a dare vita a questa tradizione, seppur in modo differente, fu Papa Pio XII, che era solito inviare fiori alla statua. I suoi successori cambiarono modalità, uscendo dalle Mura Vaticane, e recandosi fisicamente presso il monumento, a deporre omaggi floreali. La tradizione sarà rispettata anche la prossima domenica: sul luogo Papa Francesco è atteso per le ore 16. Qui sarà accolto dal cardinale vicario Angelo De Donatis, nonché dalle autorità civili, quindi il Pontefice deporrà i fiori alla base del monumento.

Hai suggerimenti o correzioni da proporre?
Scrivici a
[email protected]

L'autore: Daniele Sforza

Romano, classe 1985. Dal 2006 scrivo per riviste, per poi orientarmi sulla redazione di testi pubblicitari per siti aziendali. Quindi lavoro come redattore SEO per alcune testate online, specializzandomi in temi quali lavoro, previdenza e attualità.
Tutti gli articoli di Daniele Sforza →