Album con più incassi di tutti i tempi, ecco la classifica

Pubblicato il 9 Dicembre 2019 alle 13:40
Aggiornato il: 3 Gennaio 2020 alle 18:45
Autore: Mauro Biagi

Un’interessante comparaione tra le vendi te USA e quelle europee. Come cambiano i dati di vendita se non si considerano solo gli USA?

Album con più incassi di tutti i tempi, ecco la classifica
Album con più incassi di tutti i tempi, ecco la classifica

Parlando di musica, non c’è nulla di più comune che confrontare gli album comparando le vendite, come se queste fossero l’unico indicatore della bontà di un disco. È anche vero che i media abbondano di classifiche che, tenendo in conto i parametri più disparati, fanno lo stesso. In questo caso saranno prese in considerazione i dati di vendita negli USA e nel resto del mondo.

La Top Ten negli USA…

Gli Stati Uniti sono il mercato più grande e più importante dal punto di vista discografico. Proprio per questo entrare nella classifica di Billboard è considerato un punto d’arrivo. È evidente quindi che non si può prescindere dal mercato USA per misurare il successo di un album. La Top Ten d’oltreoceano il primo posto condiviso da Michael Jackson, con il celeberrimo Thriller datato 1982, e dagli Eagles con The Greatest Hits 1971-1975, pubblicato nel 1976, entrambi con 29 milioni di copie vendute. A questi seguono i Led Zeppelin con Led Zeppelin IV del 1975, i Pink Floyd di The Wall, che in questi giorni ha celebrato il suo quarantennale, e da Greatest Hits, Volume I + Volume II disco del 1985 di Billy Joel. Questi tre album sono appaiati con 23 milioni di copie. Gli hard rockers australiani AC/DC e i 22 milioni di Black In Black, successo del 1980, li marcano stretti al terzo posto. Un gradino più in basso si posiziona Garth Brooks, un successo all-American come il Country da lui proposto, capace di toccare i 21 milioni con Double Live del 1998. Quinta piazza per la cantautrice canadese Shania Twain e il suo mix di Country e Pop, che con Come On Over del 1997 ha invece raggiunto quota 20 milioni. A seguire, una delle più celebri band di tutti i tempi, i Beatles. Con The Beatles del 1968 raggiungono negli USA i 19 milioni di album venduti, a pari merito con Rumors dei blues-rockers Fleetwood Mac (1979). I Guns’n’ Roses di Appetite For Destruction, album di debutto del 1987, sono settimi e li seguono con 18 milioni di esemplari. 17 milioni sono invece le copie vendute da un quartetto di grandi nomi: i Boston, con il loro debutto omonimo del 1976, Whitney Houston con The Bodyguard – Soundtrack del 1982, i Beatles di The Beatles 1967-1970, pubblicato nel 1973 e ancora Garth Brooks, con il suo lavoro del 1990 No Fences. Tutti loro si spartiscono l’ottavo posto. Cinque album si contendono invece la nona posizione: ritroviamo gli Eagles di Hotel California del 1976, Alanis Morissette e il suo Jagged Little Pill, album iconico del 1995, Cracked Rear View, successo del 1994 degli Hootie & The Blowfish, la raccolta Greatest Hits di Elton John del 1974 e i Led Zeppelin con Physical Graffiti del 1975. Questi album hanno raggiunto ciascuno quota 16 milioni. Ultima posizione, ma numeri da record: qui ci sono quattro realtà musicali a dividersela, con 15 milioni di dischi. Sono i Journey con il loro Greatest Hits, pubblicato nel 1988, i Metallica, con il loro controverso album omonimo del 1991, che i fan chiamano semplicemente Black Album, per il colore della copertina, i Pink Floyd con The Dark Side Of The Moon del 1973 e il boss, Bruce Springsteen con la hit del 1984, Born In The USA.
Bisogna dire, però, a proposito della prima posizione, che molti esperti del settore mettono in dubbio la veridicità dei dati di vendita di The Greatest Hits 1975-1975 degli Eagles.

Migliori album 2019: pezzi più ascoltati e classifica per autore

… E la Top Ten degli album nel mondo

Se si passa ad osservare i dati di vendita in senso globale, è ovvio che la classifica subisca delle modifiche. Alcune realtà Country, fortissime in America, risultano poco conosciute una volta passati i confini. Interviene in questa analisi il mercato discografico della Gran Bretagna, probabilmente il più rilevante dopo quello degli States, nonché patria di molti gruppi che hanno dato l’assalto alle classifiche di tutto il mondo. A questo livello, il solo Thriller di Michael Jackson rimane saldo al primo posto, ma per altre band come i Pink Floyd il discorso cambia, con il loro The Dark Side Of The Moon che risale molto in classifica. Proprio questo disco, sospinto dalla piazza inglese, vola al terzo posto delle classifiche globali, preceduto al secondo dai gloriosi AC/DC di Back In Black.

Segui Termometro Politico su Google News

Hai suggerimenti o correzioni da proporre?
Scrivici a
[email protected]