Golden Globe 2020: le candidature a miglior attore non protagonista in un film

Pubblicato il 11 Dicembre 2019 alle 18:31
Aggiornato il: 3 Gennaio 2020 alle 18:43
Autore: Ignazio Rotolo

I Golden Globe 2020 hanno visto la candidatura di diverse pellicole di indubbio valore, ma sono Marriage Story, Once Upone a Time in Hollywood

Golden Globe 2020: le candidature a miglior attore non protagonista in un film
Golden Globe 2020: le candidature a miglior attore non protagonista in un film

I Golden Globe 2020 hanno visto la candidatura di diverse pellicole di indubbio valore, ma sono Marriage Story, Once Upone a Time in Hollywood, Parasite, The Two Popes, The Irishman e Joker a conquistare il più alto consenso. Tra le varie nomination, troviamo anche quella al film A Beautiful Day in the Neighborhood (Un amico straordinario), per Tom Hanks come migliore attore non protagonista.

Golden Globe: miglior attore non protagonista in un film, le candidature

  • Tom Hanks (Forrest Gump; Saving Private Ryan), candidato per A Beautiful Day in the Neighborhood, di Marielle Heller. Il film vede l’intervista di una stella della televisione a opera di un giornalista della rivista Esquire e la conseguente nascita dell’amicizia tra i due.
  • Anthony Hopkins (The Silence of the Lambs; Fracture), nominato ai Golden Globe per il ruolo di papa Benedetto XVI nel film The Two Popes, diretto da Fernando Mierelles. Hopkins risulta non protagonista, ma duetta con Jonathan Pryce – candidato come miglior attore per un film drammatico – dando spessore alla parte interpretata e meritando la candidatura; si ritrova però a competere con attori altrettanto capaci e freschi da recitazioni eccellenti, come Joe Pesci, Al Pacino e Brad Pitt, oltre al già citato Tom Hanks.
  • Al Pacino (Carlito’s Way; The Merchant of Venice; The Godfather) per il film The Irishman, diretto da Martin Scorsese. L’attore si rende protagonista di una recitazione che sfocia quasi sull’overacting, per via del ruolo interpretato, dimostrandosi in grado di dare diversi toni alle sue interpretazioni.
  • Joe Pesci (Once Upon a Time in America; Goodfellas), candidato ai Golden Globe per il suo ruolo nella pellicola The Irishman, diretta da Martin Scorsese. Insieme a Robert De Niro e ad Al Pacino, Joe Pesci si rende protagonista di una recitazione fuori tempo e incredibile, riuscendo a fornire quell’aura di serietà, di potere, pericolosità e al tempo stesso apparente fragilità che il suo personaggio incorpora.
  • Brad Pitt (Inglourious Bastards; Fight Club), nominato ai Golden Globe per Once Upon a Time in Hollywood, di Quentin Tarantino, in cui riveste il ruolo di Cliff Boothe, amico tuttofare di Rick Dalton (Leonardo DiCabrio). Pitt interpreta in maniera perfetta il ruolo affidatogli da Tarantino, nonostante ai tanti che hanno apprezzato la performance dell’attore, corrisponda un numero di persone con un opinione differente.

Segui Termometro Politico su Google News

Hai suggerimenti o correzioni da proporre?
Scrivici a
[email protected]

L'autore: Ignazio Rotolo

Sono uno studente di Scienze della Comunicazione per i Media e le Istituzioni. Scrittura e cinema nascono come passioni che spero mi portino da qualche parte in futuro. Se sono qui è anche per questo. “Fai quello che ami e non lavorerai un solo giorno della tua vita”.
    Tutti gli articoli di Ignazio Rotolo →