Conto corrente Bancoposta Start e Medium: quanto costano e differenze

Pubblicato il 14 Gennaio 2020 alle 06:18 Autore: Daniele Sforza

Le principali caratteristiche del conto corrente Bancoposta Smart e del Bancoposta Medium: ecco i costi e le differenze più significative.

Conto corrente Bancoposta Start e Medium
Conto corrente Bancoposta Start e Medium: quanto costano e differenze

Ormai le Poste offrono gli stessi servizi delle banche, soprattutto in materia di conto corrente. Il C/C di Poste Italiane risponde al nome di Bancoposta e si divide in varie tipologie, a seconda delle specifiche esigenze del cliente. In questo articolo andremo quindi a vedere le principali caratteristiche e condizioni dei C/C Bancoposta Start e Medium, i costi e quali sono gli elementi chiave che differenziano un conto dall’altro.

Conto corrente Bancoposta Start: caratteristiche e costo

Il conto corrente Bancoposta Start si distingue per chi è alla ricerca di un conto che possa soddisfare le semplici esigenze finanziarie e chi durante l’anno compie una bassa operatività. Il canone mensile di questo conto ammonta a 6 euro e nel pacchetto sono inclusi una carta di debito per il 1° e il 2° intestatario del conto, nonché l’accesso ai servizi di banca Multicanale sul sito poste.it e sull’applicazione BancoPosta. Altri servizi gratuiti sono il rilascio di un carnet di assegni della durata di 1 anno. I prelievi da ogni ATM Postamat effettuati con la carta di debito Bancoposta sono gratuiti.

Abbiamo parlato di un canone mensile di 6 euro, che però può essere dimezzato se si soddisfano particolari condizioni. In caso di accredito di stipendio o pensione sul conto Bancoposta si può ottenere la riduzione di 1 euro sul canone mensile. Una ulteriore riduzione di 2 euro si potrà ottenere se si manterrà la giacenza media mensile uguale o superiore a 3.000 euro.

Chiusura C/C senza avvisare il cliente: ecco quando scatta

Conto corrente Bancoposta Medium: prezzo e condizioni

Passiamo ora al conto corrente Bancoposta Medium. Si tratta di una soluzione ideale per chi effettua pagamenti frequenti e trasferimenti di denaro online e in mobilità con smartphone o tablet: insomma per chi svolge una media operatività sul conto durante l’anno. In questo caso il canone mensile subisce l’incremento di 1 euro rispetto al conto Start, arrivando così a 7 euro al mese. Inclusi nel canone mensile sono la carta di debito per il 1° e il 2° intestatario del conto, e l’accesso ai servizi di banca Multicanale sul portale poste.it e sull’app Bancoposta. In più, rispetto al conto Start, è possibile anche effettuare bonifici e postagiro online o da applicazione. I servizi gratuiti sono invece gli stessi di quelli che abbiamo visto sopra, ovvero il carnet di assegni per 1 anno e i prelievi gratuiti presso gli ATM Postamat. Infine, alle stesse condizioni sopra elencate, è possibile ridurre il canone a fino 4 euro al mese.

Hai suggerimenti o correzioni da proporre?
Scrivici a
[email protected]

L'autore: Daniele Sforza

Romano, classe 1985. Dal 2006 scrivo per riviste, per poi orientarmi sulla redazione di testi pubblicitari per siti aziendali. Quindi lavoro come redattore SEO per alcune testate online, specializzandomi in temi quali lavoro, previdenza e attualità.
Tutti gli articoli di Daniele Sforza →