Mutuo garanzia di stato e surroga: come funziona e quando si fa

Pubblicato il 14 Gennaio 2020 alle 12:04
Aggiornato il: 16 Gennaio 2020 alle 20:47
Autore: Guglielmo Sano

È possibile effettuare una surroga anche se il proprio mutuo per la prima casa è tra quelli assistiti dalla garanzia di Stato?

Chiavi in mano
Mutuo garanzia di stato e surroga: come funziona e quando si fa

È possibile effettuare una surroga anche se il proprio mutuo per la prima casa è tra quelli assistiti dalla garanzia di Stato?

Mutuo garantito dallo Stato: è possibile effettuare una surroga?

La risposta è si. È possibile effettuare una surroga del mutuo garantito dal Fondo di garanzia prima casa: l’evenienza è espressamente prevista dal decreto del 31 luglio 2014 che regolamenta questo tipo di prodotto finanziario garantito dalla Stato. Infatti, al comma 4 dell’articolo 6 del suddetto testo di legge è scritto: “i soggetti finanziatori comunicano, a pena di decadenza della garanzia, entro il termine di 40 giorni, al Gestore l’avvenuta estinzione anticipata del mutuo, anche a seguito di portabilità del mutuo tramite surroga ai sensi dell’art. 120-quater del testo Unico di cui al decreto legislativo 1° settembre 1993, n. 385, o in caso di accollo”.

In più bisogna specificare come l’articolo 120-quater del Testo unico bancario, al comma 2 prevede che, per effetto della surroga, cioè del trasferimento del finanziamento presso un altro istituto creditizio, il mutuante surrogato – in termini più semplici la banca – subentri nelle garanzie, personali e reali, accessorie al credito cui la surrogazione si riferisce. Non dovrebbero esserci altri paletti normativi, dunque, alla surroga di un piano erogato dal Fondo per la prima casa.

Surroga mutuo: la valutazione spetta comunque alla banca

Dunque, non c’è alcuna limitazione rispetto alla possibilità di surroga del finanziamento per la prima casa garantito dallo Stato, almeno dal punto di vista normativo. Tra l’altro, è un momento molto favorevole per rinegoziare o trasferire il proprio piano visti i bassi interessi attuali. Detto ciò, la valutazione dell’opportunità di effettuare l’operazione spetterà all’istituto di credito presso cui si vorrebbe trasferire il mutuo dato anche che, il mutuo garantito dal Fondo per la prima casa copre l’intero importo dovuto per l’acquisto mentre, di solito, i mutui finanziati dalle banche non superano l’80% del prezzo complessivo.

Realme X50 5G: prezzo, anticipazioni e scheda tecnica smartphone

Hai suggerimenti o correzioni da proporre?
Scrivici a
[email protected]

L'autore: Guglielmo Sano

Nato nel 1989 a Palermo, si laurea in Filosofia della conoscenza e della comunicazione per poi proseguire i suoi studi in Scienze filosofiche a Bologna. Giornalista pubblicista dal 2018 (Odg Sicilia), si occupa principalmente di politica e attualità. Cura la sezione esteri per Termometro Politico
Tutti gli articoli di Guglielmo Sano →