Sondaggi elettorali Euromedia: Pd in crescita grazie a Sardine e crisi M5S

Pubblicato il 16 Gennaio 2020 alle 09:37 Autore: Andrea Turco

Crisi libica, durata del governo e intenzioni di voto. Questi gli argomenti trattati dai sondaggi elettorali Euromedia per Porta a Porta

sondaggi elettorali euromedia, governo giallo rosso
Sondaggi elettorali Euromedia: Pd in crescita grazie a Sardine e crisi M5S

C’è tanta Libia nei sondaggi elettorali di Euromedia per Porta a Porta realizzati il 13 gennaio. Agli italiani viene chiesto se l’Italia abbia ancora un ruolo centrale nella partita libica in cui stanno giocando diversi attori, dal presidente turco Erdogan a quello russo Putin. Il 51,9% risponde no. Tra le conseguenze del protrarsi della crisi libica c’è il possibile aumento dei flussi migratori. Uno scenario che potrebbe ben presto realizzarsi secondo il 66,6% degli italiani. E in quel caso cosa farebbe l’Europa? Per il 62,9% si girerà dall’altra parte mentre il 21,8% è convinto che Bruxelles darà una mano al nostro Paese.

Sondaggi elettorali Euromedia: Pd in crescita grazie a Sardine e crisi M5S

crisi libica
Fonte: Euromedia

I sondaggi elettorali di Euromedia si occupano anche del referendum sul taglio dei parlamentari depositato in Cassazione pochi giorni fa. Qui il risultato appare scontato: il 75,1% degli italiani afferma che voterà a favore del taglio. Solo il 10,7% voterà contro.

sondaggi elettorali euromedia, taglio parlamentari
Fonte: Euromedia

I sondaggi elettorali di Euromedia si chiudono con le intenzioni di voto. Rispetto alla precedente rilevazione di fine dicembre, il Pd fa un balzo in avanti (+1,6%) al 18,9%. Una crescita, spiega la direttrice di Euromedia Alessandra Ghisleri, dovuta in buona parte al momento di difficoltà vissuto dai pentastellati e dalla vivacità delle Sardine. I Cinque Stelle continuano a calare (-0,4) scendendo al 15,4%. Stabile al 5% Italia Viva mentre LeU flette dello 0,4 all’1,8%. L’area di governo raccoglie così il 41,1%.

Anche Euromedia segnala un calo brusco della Lega (-0,8%) che però rimane sopra il 30%. Fratelli d’Italia fa un leggero passo in avanti al 10,8% mentre Forza Italia ingrana la marcia (-0,6) al 6,3%. Percentuali minime per Cambiamo di Toti (0,4). In totale il centrodestra raccoglie il 47,7% (-1,5).

Tra i piccoli partiti, Azione di Calenda raggiunge il 3% mentre i Verdi superano +Europa, salendo al 2,4%.

Infine, diminuisce la quota di chi vede il voto avvicinarsi. Di questi il 25,1% sogna un ritorno alle urne dopo le elezioni regionali in Emilia Romagna e Calabria. Ipotesi per ora nettamente smentita da Conte, Di Maio e Zingaretti.

ultimi sondaggi, sondaggi politici elettorali, media sondaggi
sondaggi elettorali euromedia, governo giallo rosso
Fonte: Euromedia
sondaggi elettorali euromedia, centrodestra
Fonte: Euromedia
sondaggi elettorali euromedia, piccoli partiti
Fonte: Euromedia
caduta governo
Fonte: Euromedia

Nota metodologica

Data o periodo in cui è stato realizzato il sondaggio: 13 gennaio.
Campione casuale nazionale rappresentativo della popolazione italiana maggiorenne secondo genere, età, livello di scolarità, area geografica di
residenza, dimensione del comune di residenza. (800 interviste): 800 intervistati (interviste valide) – numero dei non rispondenti/rifiuti all’intervista: 1.029 – totale contatti effettuati: 1.829. Il margine di errore relativo ai risultati del sondaggio (livello di rappresentatività del campione del 95%) è +/- 3.5% per i valori percentuali relativi al totale degli intervistati (800 casi). Metodo raccolta delle informazioni: Interviste telefoniche – metodologia C.A.T.I.-C.A.M.I.

Segui Termometro Politico su Google News

Hai suggerimenti o correzioni da proporre?
Scrivici a
redazione@termometropolitico.it

Per commentare su questo argomento clicca qui!

L'autore: Andrea Turco

Classe 1986, dopo alcune esperienze presso le redazioni di Radio Italia, Libero Quotidiano e OmniMilano approda a Termometro Politico.. Dal gennaio 2014 collabora con il portale d'informazione Smartweek. Su Twitter è @andreaturcomi
Tutti gli articoli di Andrea Turco →