Sondaggi elettorali TP, Fratelli d’Italia supera l’11%

Pubblicato il 23 Gennaio 2020 alle 14:39 Autore: Gianni Balduzzi

Sondaggi elettorali TP, Fratelli d’Italia supera l’11%, in calo Lega, PD e Movimeento 5 Stelle. Scende di molto Italia Viva

Sondaggio Termometro Politico del 23 gennaio 2020
Sondaggi elettorali TP, Fratelli d’Italia supera l’11%

Ritornano i sondaggi elettorali del Termometro Politico per Coffee Break, La7, ed evidenziano una tendenza da tempo in atto, ovvero la crescita di Fratelli d’Italia parzialmente ai danni degli alleati leghisti.

Il partito della Meloni è arrivato all’11,1%, mentre la Lega è scesa al 32,5%. Assieme a Fratelli d’Italia risulta in crescita, ma qui parleremmo più di recupero, Forza Italia, tornata al 6,2%.

Sono in leggero calo entrambi i partiti principali della maggioranza, il PD, che scende al 19,1%, e il Movimento 5 Stelle, al 15,8%.

Brutta discesa poi per Italia Viva, ora al 3,9%.

In leggero aumento invece sia Azione, al 2,5%, che +Europa, al 1,6%. Come anche Sinistra Italiana, al 2,3%.

I Verdi sono più indietro all’1,3%,sopra i comunisti di Rizzo, all’1%. Ultimo Cambiamo! di Toti, al 0,6%

Sondaggio Termometro Politico del 23 gennaio 2020
Fonte: Termometro Politico

Il Movimento 5 Stelle è al centro dell’attualità politica e anche di parte delle nostre domande, con le dimissioni di Di Maio da capo politico del movimento.

Secondo il 69,7% questa mossa non rilancerà il M5S, e solo il 16% degli italiani, il 43,5% tra i pentastellati, pensa che potrebbe farlo, perché una guida collegiale è più in linea con lo spirito del movimento.

Per il 4,9% non ci sono leader alternativi a Di Maio

Sondaggio Termometro Politico del 23 gennaio 2020
Fonte: Termometro Politico

Sondaggi elettorali TP, italani scettici sulla proposta di Sala sul fumo.

Abbiamo anche chiesto se la Lega ha fatto bene a votare per l’autorizzazione a procedere per Salvini in Commissione per la vicenda Gregoretti. Per il 48,5% sì, per dimostrare l’ipocrisia dei partiti di maggioranza che volevano votare solo dopo le regionali.

Per il 43,3% invece è stata una sceneggiata quella leghista. Come è facile immaginare in questo caso gli elettori dei diversi partiti si sono divisi in modo molto netto, con quelli di centrodestra per Salvini e la sua strategia e quelli di centrosinistra e M5S contro.

Solo il 6,8% afferma che si sono comportati in modo poco serio un po’ tutti.

Sondaggio Termometro Politico del 23 gennaio 2020
Fonte: Termometro Politico

Abbiamo poi chiesto cosa pensano gli intervistati della proposta di Sala di vietare il fumo anche all’aperto a Milano dal 2030.

Solo per il 29,3% è giusto, ma si raggiunge il 47,7% tra gli elettori PD.

Per il 46% invece è una soluzione eccessiva e poco praticabile. La pensa così in particolare la maggioranza assoluta dei leghisti.

Per il 21,3% è una limitazione ingiustificabile della libertà personale.

Infine le pensioni. Gli italiani preferiscono ritirarsi prima. Questo emerge in modo molto chiaro dalle risposte alla domanda che mette a confronto le diverse ipotesi di riforma delle pensioni. Per il 36,9% deve rimanere quota 100, ipotesi che trova il favore di due terzi dei leghisti.

Per il 27,6% è giusta l’idea di Landini, ovvero di andare in pensione a 62 anni con 20 anni di contributi. Sono gli elettori PD, con il 32,6%, i più favorevoli.

Per il 23,5% ha ragione Tridico, presidente INPS, che lascerebbe libertà di pensionamento ma con ricalcolo interamente contributivo. Tra i democratici si arriva però al 36,5%.

Solo l’8,1% deve rimanere la legge Fornero con pensione dai 67 anni.

Sondaggio Termometro Politico del 23 gennaio 2020
Fonte: Termometro Politico

I sondaggi elettorali sono stati effettuati il 21 e 22 gennaio con metodo CAWI su 2400 intervistati

Segui Termometro Politico su Google News

Hai suggerimenti o correzioni da proporre?
Scrivici a
[email protected]

L'autore: Gianni Balduzzi

Editorialista di Termometro Politico, esperto e appassionato di economia, cattolico- liberale, da sempre appassionato di politica ma senza mai prenderla troppo seriamente. "Mai troppo zelo", diceva il grande Talleyrand. Su Twitter è @Iannis2003
Tutti gli articoli di Gianni Balduzzi →